12 giugno: giornata mondiale contro il lavoro minorile

giornata-lavoro-minorileOggi 12 giugno 2013 si celebra la Giornata mondiale contro il lavoro minorile, quest’anno è dedicata, in modo particolare, al tema del lavoro domestico, un fenomeno largamente diffuso e in costante aumento che coinvolge almeno 15,5 milioni di bambini, vittime di questa forma nascosta di sfruttamento che comporta spesso anche abusi, rischi per la salute e violenze.

Secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) esistono 215 milioni di minori lavoratori a livello mondiale. Di questi, 115 milioni svolgono lavori considerati pericolosi.

L’impegno dell’ILO in questa Giornata, si concretizza, oltre che concentrando l’attenzione mondiale sulla problematica, rivolgendo, tra le altre cose, un appello alla comunità internazionale per avviare riforme della normativa e delle politiche dirette alla eliminazione del lavoro domestico minorile e a stabilire condizioni di lavoro dignitose e protezione adeguata per i giovani e le giovani lavoratrici di questo settore che abbiano raggiunto l’età minima di ammissione al lavoro.

In Italia, secondo una ricerca condotta da Save the Children e l’associazione Bruno Trentin, presentata ieri a Roma alla presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Enrico Giovannini, sono 260.000 i minori sotto i 16 anni, più di 1 su 20, coinvolti nel lavoro minorile. 30.000 i 14-15enni a rischio sfruttamento con conseguenze per salute, sicurezza o integrità morale. Una vera e propria piaga sociale rispetto alla quale non si può restare indifferenti.

Lascia un commento

due × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.