Minacce a mezzo posta ad un consigliere di Torre del Greco

Napoli, 12 giugno – Il 28 maggio scorso è stata recapitata a Palazzo Baronale, sede del Comune di Torre del Greco, una busta indirizzata al primo cittadino, avvocato Gennaro Malinconico con all’interno quattro proiettili calibro 9×21 e una lettera in cui si faceva riferimento alla vicenda degli abbattimenti che, da mesi, ha messo gli abitanti della città alle pendici del Vesuvio in grande allarme, considerato che la maggior parte delle abitazioni costruite nella parte che si estende verso il vulcano sono abusive.

Questa mattina anche alcuni consiglieri sono stati raggiunti da lettere intimidatorie tutte con identico contenuto: “Chi non combatte per gli operai non è degno di vivere. Consigliere avvisato mezzo salvato”.

Tra i consiglieri raggiunti dalla lettera anche Gabriele Toralbo, consigliere comunale SEL di Torre del Greco, che ha da subito denunciato pubblicamente l’accaduto, raccogliendo la solidarietà di chi conosce il percorso che ha attivato in città, volto al recupero culturale del territorio, attraverso l’impiego di una nuova mentalità, giovane e fantasiosa.

Il consigliere, raggiunto da NapoliTime, rispetto alle minacce ricevute, ha dichiarato: “Gli operai, i lavoratori, le persone che hanno fatto del sacrificio e dell’impegno la loro ragione di vita mi hanno vicino e mi sono vicini. Non ho paura per le minacce ricevute, ma solo tanta rabbia verso chi vuole inquinare il mio mondo ed i miei rapporti, venendo io da una famiglia, da una storia e da una cultura che mette il lavoro al primo posto e, proprio per questo, so per certo che nessun operaio avrebbe scritto queste minacce ben più avvezze ad appartenenti ad altre sfere sociali come politici di basso rango, detrattori o giornalisti compiacenti. Ma non mi demoralizzo e sono sempre più convinto di portare avanti il lavoro iniziato con la mia elezione”.

Il consigliere ha poi evidenziato quanto sia strana per il tessuto di Torre del Greco la tipologia di lettera, considerato che la città è ricca di lavoratori, ma non certo di operai, non essendoci a Torre del Greco fabbriche. E’ noto a tutti che, a costituire il tessuto produttivo della città, siano artigiani e marittimi.

Lascia un commento

17 − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.