Eav resta pubblica per un altro anno

eavbus_fallimentoNapoli, 6 agosto – La Regione Campania ha prorogato di un anno il contratto di servizio al gruppo Eav, l’accordo iniziale era di soli tre mesi. Nella seduta, tenutasi il primo agosto scorso a Santa Lucia, la decisione a sorpresa consente che il servizio di trasporto resti pubblico.

Si attendono i risvolti giudiziari della vicenda dopo che il tribunale ha respinto il ricorso di sospensiva per la gara ristretta, presentato dalla Regione nei giorni scorsi.

La curatela fallimentare sta preparando il ricorso al Tar contro la Regione Campania per aver sottratto i contratti di servizio al vincitore della gara.

La Prefettura ha posto il veto sulla certificazione antimafia della Clp di Caserta che aveva fatto l’offerta migliore, pari ad 1 milione e 80 mila euro, relativamente alla gara per il fitto di un anno del ramo di azienda Eavbus. In merito si è espressa la deputata Pina Acierno (Pd) chiedendo un’interogazione parlamentare: “Le autorità competenti procedano immediatamente alla revoca dell’appalto evitando che, almeno fino a quando non verrà fatta massima chiarezza, un’azienda colpita da informativa antimafia possa continuare a gestire il servizio di trasporto pubblico su gomma della provincia di Caserta”.

Ed intanto, per i 1272 lavoratori un respiro di sollievo che durerà un altro anno.

FOTO: tratta da ilroma.net

Lascia un commento

otto + 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.