Femminicidio: il Governo ha approvato il decreto con norme più severe contro la violenza sulle donne

femminicidio-dlRoma, 8 Agosto – (ASCA) – ”Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto che contiene le nuove norme di contrasto al femminicidio. L’avevamo promesso. Lo facciamo”. Lo ha affermato il premier, Enrico Letta, nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi. ”Abbiamo approvato – ha detto Letta – un decreto molto agile, composto da 12 articoli, che interviene su temi essenziali: avevamo promesso di svolgere un intervento molto duro e forte di contrasto al femminicidio e la promessa è stata mantenuta”. ”È un cambiamento radicale su questo tema. Sono molto orgoglioso che questo governo abbia approvato il decreto che deve dare un chiarissimo segnale di contrasto e lotta senza quartiere al femmenicidio” ha concluso il premier. Secondo il ministro dell’Interno e vicepremier, Angelino Alfano ”Abbiamo approvato una serie di norme con tre obiettivi: prevenire la violenza di genere, punirla in modo certo e proteggere le vittime”. Fra le altre cose ha sottolineato Alfano, è ”aumentata di un terzo la pena se alla violenza assiste un minore di 18 anni; è stata aumentata la pena per chi compie violenza nei confronti di una donna in gravidanza e in caso di violenza da parte del coniuge, anche se separato, sia dal compagno, anche non convincente. Stesso discorso varra’ anche per il reato di stalking”.

Lascia un commento

quindici + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.