Il Forum Universale delle Culture riparte, punto e a capo, dal logo

forum universale delle culture Napoli, 11 agosto – Andres Neumann, il nuovo curatore di eventi del comune di Napoli, che dalla fine del mese di luglio ha assunto l’incarico di organizzare il Forum Universale delle Culture, ha ieri presentato la sua proposta per il nuovo logo dell’evento più discusso per mala-organizzazione, defezioni importanti e ridimensionamento di budget, che si ricordi in Città.

Con un post nel gruppo Facebook “Ufficio stampa del consiglio comunale di Napoli”, Neumann ha offerto in pasto al popolo del famosissimo social network, la sua proposta grafica: “Questo è il nuovo logo che propongo per il Forum, cosa ne dite?”

I commenti non si sono fatti attendere. Il logo, che riproduce con caratteri a geometria variabile, in nero su campo bianco, la dicitura “Forum Universale delle Culture Napoli 2013 – 2014”, a noi di NapoliTime, e non solo a noi, è apparso al primo impatto un rifacimento dell’ormai noto logo della manifestazione culturale Napoli Teatro Festival. Ma le osservazioni critiche sono state tante. Vediamo di riportarne qualcuna per rilanciare da queste pagine, le domande poste dagli utenti di Facebook.

Ricordiamo ai nostri lettori che il logo del Forum delle Culture esisteva già, quindi ci si chiede, perché partire dal logo quando ormai tutti attendono da anni la presentazione del programma definitivo degli eventi?

I commenti alla presentazione del nuovo logo hanno posto l’accento sulla scelta dell’agenzia di comunicazione operata dal comune oltre che sul senso estetico (“decisamente poco originale, simile a quello del teatro festival. decisamente spento, poco comunicativo. questo è il mio parere. di grafici bravi e veramente esperti la città è piena. se mandate un messaggio su facebook in una settimana vi trovate centinaia di logo gratuti”).

Una osservazione di Neuman ha fatto discutere:  “L’urgenza impone purtroppo decisioni immediate…”. L’urgenza di oggi ha il sapore della beffa, dopo anni di mancate risposte chiare all’organizzazione e al programma di un evento che doveva segnare anche il rilancio dell’area ovest di Napoli e di Bagnoli in particolare.

Ma ecco le questioni cui l’amministrazione dovrà dare risposta, soprattutto quando ci si propone di coinvolgere dialetticamente i cittadini:

Chi ha scelto Sinopia (per il logo)?

Con quale criterio?

Sarà Sinopia a fare il sito (dell’evento)?

Ed ancora: Se si chi ha scelto Sinopia?

Quanto ci costa (il sito)?

Con quale criterio è stata scelta questa impresa?

Domande ed osservazioni poste in maniera ciclica, che si sono avvicendate ai giudizi di natura estetica, e divenute dopo un po’ quasi ossessive, data la mancata risposta del curatore boliviano ingaggiato dal sindaco De Magistris.

Nessuna risposta quindi, da parte di Neuman alle osservazioni ed alla richiesta di trasparenza dei lettori del gruppo Facebook, solo un laconico: “Si presta a tutte queste declinazioni” all’osservazione di un commentatore di dare un po’ di colore a quello che noi di NapoliTime consideriamo una triste ed inutile riprosizione di un logo già visto.

Ed i ringraziamenti di rito: “Ringrazio per tanti utili spunti, mi troverò purtroppo a dover prendere molte decisioni senza conoscere in modo aproffondito il terreno, e senza poter prendere in considerazione tanti valiosi consigli, vi auguro a tutti buon lavoro”. Quasi a sottolineare come il produttore teatrale sia stato catapultato in una vicenda della quale ignora i tanti fatti pregressi, anche polemici, che hanno contraddistinto finora l’attesa incessante per un evento che tutti si chiedono ancora se e come si farà, e dove.

Una sola speranza per il logo. Vedere qualcosa di diverso, speranza dettata dalle stesse parole del curatore: “Non è definitivo, è la mia proposta realizzata con la collaborazione gratuita di Sinopia di Giovanni Esposito”.

Oggi, ancora una dichiarazione su Facebook:  “Chiederò a Alejandro Jodorowsky di inaugurare il Forum Universale delle Culture di Napoli con una Psicomagia Pubblica che liberi la Città dalla sua difficoltà di tenere il Forum.” E subito a seguire un commento sarcastico: “Un esorcismo mi sembra adeguato… “

Leggi anche:

Vecchioni lascia il Forum delle Culture

Sergio Marotta nuovo Presidente del Forum delle Culture 2013

Il “buco” si allarga: il Forum perde anche Peppe Barra

Il Forum delle Culture perde i pezzi e la nave va. Sì, alla deriva

Il Forum delle Culture partirà al 50% con una riduzione del budget

Cgil Napoli. Forum Universale delle Culture rischia di essere occasione persa per la città di Napoli

Il miraggio del Forum Universale delle Culture. Si cercano personalità per ridare smalto all’evento

 

Lascia un commento

uno × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.