Serie A, terzo turno di ritorno: un Napoli poco pungente pareggia contro il Milan. 0-0 al Meazza.

Si è disputata allo stadio “G. Meazza” di Milano, la terza giornata di ritorno che vedeva affrontarsi Milan e Napoli.

La squadra rossonera, priva di giocatori di rilievo, quali Nesta, Boateng e Pato, doveva cancellare la sconfitta della scorsa giornata calcistica patita contro la Lazio all’Olimpico e guadagnare punti importanti per non staccarsi dalla testa della classifica. Il Napoli, proveniente da un a serie di risultati poco entusiasmanti, voleva tentare il colpaccio per scacciare via le polemiche dell’ultimo periodo.

Mazzarri manda in campo la formazione migliore a disposizione, con la difesa formata da Campagnaro, Cannavro ed Aronica a proteggere la porta di De Sanctis; a centrocampo, confermato Maggio sulla destra, il tecnico toscano si affida a Dzemaili, al posto di Inler, a far coppia con Gargano nella zona mediana e Zuniga sulla corsia di sinistra. In attacco, ritorna dal primo minuto il trio composto da Hamsik, Lavezzi e Cavani.

L’incontro parte a ritmi bassi, con il Milan che tenta di organizzare il gioco ed il Napoli, molto ordinato conta sulle ripartenze. Dopo i primissimi minuti, è il Napoli ad iniziare a spingere. Zuniga in ottima giornata, offre buoni spunti sull’out sinistro e Dzemaili forma con Gargano un’efficiente diga a centrocampo.

Le manovre offensive del Napoli, tuttavia, sono lente e prevedibili. Lavezzi non è esplosivo come al solito e Cavani non riesce a liberarsi al tiro facilmente. Hamsik non incide.La difesa milanista non corre particolari pericoli.

La squadra di Allegri, si rende pericolosa in diverse circostanze con Ibrahimovic e Robihno, ma la difesa del Napoli, con Aronica che offre una buona prestazione, si chiude bene, una sola conclusione per i rossoneri ad opera di Seedorf. Il primo tempo, non offre un grande spettacolo , dall’una e dall’atra parte.

La ripresa sin dal principio è giocata a velocità più sostenuta. Le due squadre si affrontano a viso aperto. Il Napoli offende con maggior insistenza ed il Milan tenta di approfittarne sfruttando azioni di contropiede.

Ibrahimovic e Robinho arrivano in due occasioni alla conlusione ma De Sanctis salva la propria porta con due belle parate. Nell’unico tiro nello specchio da parte degli azzurri, Cavani spreca di testa.

Zlatan Ibrahimovic, al 64’ riceve il cartellino rosso dall’arbitro Rizzoli. Il Napoli tenta di sfruttare la superiorità numerica ma le occasioni tardano ad arrivare. Al 76’ fa ingresso in campo Inler al posto di Dzemaili ed all’80’ Pandev sostituisce Aronica.

Nonostante gli ultimi minuti mostrino un Napoli deciso a far bottino pieno, il risultato non si sblocca. Termina una partita priva di forti emozioni sul risultato di 0-0.

Occasione sprecata dal Napoli che poteva tentare l’impresa approfittando di una giornata poco brillante della squadra di casa e della superiorità numerica. Poche conclusioni a rete e trame di gioco prive della fantasia del Napoli migliore. Ad ogni modo, risultato che può sta bene visto che si affrontavano i campioni d’Italia in carica e si proveniva da un periodo poco felice.

Il Napoli ha bisogno di una scossa per ravvivare gli animi. Si spera che la squadra azzurra, già da Giovedì 9 Febbraio, quando si affronterà il Siena in trasferta per la semifinale di Coppa Italia, possa mostrare più determinazione in attacco ed un gioco più fluido.

One thought on “Serie A, terzo turno di ritorno: un Napoli poco pungente pareggia contro il Milan. 0-0 al Meazza.

Lascia un commento

nove − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.