Il Napoli e il futuro: De Laurentiis incontra uno sceicco e spunta il nome Lippi per il dopo Mazzarri.

Come se l’ambiente Napoli non fosse già in fermento per il mancato score positivo in campionato, giungono da più fronti voci di corridoio, non confermate, che nelle ultime ore stanno creando suspance e confusione in ambito Calcio Napoli.

Nella giornata di Lunedì 6 Febbraio, all’indomani della partita pareggiata dal Napoli al Meazza contro il Milan, sono giunte indiscrezioni da oltremanica, in particolar modo da Londra, che il patron De Laurentiis stia trattando con un ricchissimo sceicco arabo, Ali El Buzur, regnante di Shamar e affermato petroliere.

La notizia riportata da alcuni tabloid londinesi, propone dettagli in merito ad un incontro avuto nella giornata di Domenica tra il massimo dirigente partenopeo e il milionario arabo, i quali starebbero accordandosi per una collaborazione finanziaria al fine di potenziare il Napoli e renderlo finalmente competitivo ad alti livelli sia in Italia che in Europa.

Ecco il motivo della mancata presenza di Aurelio De Laurentiis allo stadio di Milano, cosa che prima non era mai accaduta.

Dal punto di presidenziale, si presume che il patron azzurro difficilmente si priverà del suo investimento più grande degli ultimi anni. Difficilmente abbandonerà un progetto che ha visto il Napoli salire dalla serie C alla Champions in otto anni. Si suppone, invece, una collaborazione dal punto di vista finanziario, con l’avvento in società del petroliere arabo in veste di socio.

La tifoseria si divide in due fazioni; da un lato c’è chi sostiene che l’arrivo di uno sceicco a Napoli possa solo portare caos nella società e quindi un successivo insuccesso della strategia; dall’altro, molti tifosi sono felici di questa ipotetica soluzione e già sognano un Napoli a cinque stelle che compete alla grande su tutti i fronti, grazie agli enormi possibili apporti economici del possibile socio di De Laurentiis. Ovviamente c’è da badare al Fair Play finanziario imposto dal presidente dell’Uefa, Michel Platini, che prevede rigide norme in merito agli investimenti finanziari delle società calcistiche.

Sul fronte tecnico, invece, si è ipotizzato, per il dopo Mazzarri, l’arrivo sulla panchina azzurra dell’ex CT della nazionale Marcello Lippi. La panchina di Mazzarri, che mai prima d’ora era stata in bilico, inizia a scottare. Effettivamente, l’arrivo di Lippi alla guida della squadra sarebbe un grande colpo, vista l’esperienza e le grandi capacità del tecnico di Viareggio.

Proprio Lippi, in un’intervista ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Allenare di nuovo il Napoli qualora Mazzarri lasciasse libero il posto? Non mi propongo, ma a 64 anni, con la mia esperienza sarei pronto a tutto”. Un’affermazione che lascia sognare i tifosi azzurri, visto che Lippi, già allenatore del Napoli nella stagione 1993/94, qualora arrivasse all’ombra del Vesuvio, non si accontenterebbe di giocatori di medio livello; l’ex tecnico di Inter, Juventus, di certo vorrebbe gestire giocatori di caratura internazionale e dall’alto tasso tecnico. Sognare non è peccato….

Per quanto concerne la primavera del Napoli allenata dal tecnico Sormani, le notizie sono poco piacevoli: nell’esordio del Torneo di Viareggio, la “Coppa Carnevale”, il Napoli dei giovani è stato sconfitto dal Bruges per 2-0. Buona prestazione degli azzurrini, che hanno costruito tanto ma, complice anche la sfortuna, non sono riusciti a concretizzare le occasioni avute. Bella prestazione del neo-acquisto Soma Novotny che a più riprese ha tentato di trovare la via del gol, così come Dezi e Donnarumma. Si spera in un pronto riscatto nella prossima partita del torneo contro il Varese, Giovedì 9 Febbraio alle ore 15.

3 thoughts on “Il Napoli e il futuro: De Laurentiis incontra uno sceicco e spunta il nome Lippi per il dopo Mazzarri.

    1. Caro lettore, ringrazio per il commento.
      Contro il Bruges è stata una partita sfortunata, anche se la squadra belga si è dimostrata più concreta a sfruttare le palle gol. Felice giornata.

    1. Caro lettore, ringrazio per il commento.
      Contro il Bruges è stata una partita sfortunata, anche se la squadra belga si è dimostrata più concreta a sfruttare le palle gol. Felice giornata.

Lascia un commento

quattro + diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.