Per non dimenticare i Campi Flegrei, l’Associazione Albergatori ACF incontra l’assessore Sommese

campiflegreiNapoli 27 agosto – E’ di ieri l’incontro tra l’assessore ai Beni Culturali e al Turismo della Regione Campania, Pasquale Sommese e l’Associazione ACF, Albergatori dei Campi Flegrei, rappresentati dal presidente, il Professor Luigi Esposito, per denunciare, ancora una volta, le tante problematiche che gravano sul settore turistico locale.

Durante la riunione è stato fatto il punto sullo stato dell’area flegrea, patrimonio ambientale e culturale abbandonato all’incuria che dovrebbe essere il fiore all’occhiello ed il volano dell’economia ed invece arranca tra svariati problemi.

L’occasione è stata utile anche a consegnare un documento riassuntivo in cui l’Associazione ACF propone di agire per il rilancio del comparto. Questi i punti salienti diffusi attraverso il comunicato stampa di ACF:

– garantire la salvaguardia, la totale fruibilità e la valorizzazione, con apposite campagne di promozione, dei principali siti archeologici e paesaggistici dei Campi Flegrei;

– approvare subito la Legge Regionale del Turismo e istituire come da Testo Unico il Polo Turistico Locale dei Campi Flegrei. In particolare chiediamo che il Suo Assessorato sia il principale promotore del Polo e che coinvolga sin da subito i Comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida e Quarto, superando le divisioni partitiche delle Amministrazioni locali e pianificando un’agenda di lavoro che porti a una celere costituzione del nuovo Ente. Saremmo lieti, inoltre, di averLa ospite nei Campi Flegrei per un convegno promozionale sul Polo Turistico Locale per fare chiarezza in merito alle modalità di attuazione e alle relative tempistiche;

– promuovere un serio progetto di brandizzazione e destination marketing per rilanciare l’offerta turistica dei Campi Flegrei;

– studiare iniziative che leghino i Campi Flegrei al vicino porto di Napoli, scalo di oltre un milione di croceristi l’anno, con pacchetti turistici integrati che coinvolgano non solo i siti archeologici e paesaggistici ma anche le strutture ricettive e di ristorazione del territorio;

– sostenere l’offerta turistica dei Campi Flegrei anche attraverso i grandi eventi delle aree limitrofe, con particolare riferimento alla vicina città di Napoli. Ci auguravamo, ad esempio, che appuntamenti come le fasi preliminari dell’America’s Cup o il Forum delle Culture potessero essere anche un’ottima occasione per presentare al grande pubblico internazionale le straordinarie bellezze dei Campi Flegrei e i servizi ricettivi del territorio così come è stato fatto per altri distretti turistici, invece, ancora una volta, siamo stati esclusi dal circuito promozionale della Regione Campania;

– garantire che anche i Campi Flegrei siano al pari degli altri distretti turistici della Campania e a differenza di quanto accaduto negli ultimi anni, destinatari dei  fondi europei.

FOTO: tratta da agraria.org

Lascia un commento

10 − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.