Rivoluzione di fine agosto: cambia la viabilità a Piazza Garibaldi

piazza-garibaldiNapoli – Da venerdì 30 agosto sarà attuato il nuovo piano del traffico che prevede la pedonalizzazione di piazza Garibaldi e lo stravolgimento dei sensi di marcia delle strade intorno ad essa. Così, ciò che oggi conosciamo come un girone dantesco a causa di cantieri perenni, bancarelle selvagge, pedoni indisciplinati, fiumi incessanti di auto e motorini che non trovano mai pace, sarà trasformata in un’isola deserta dove, però verosimilmente, sarà possibile approdare solo via aerea.

Ma vediamo il piano nel dettaglio: piazza Garibaldi, nel tratto compreso tra la rotatoria corso Lucci e via Ferraris fino all’incrocio con via Firenze – corso Novara – corso Meridionale sarà vietata alla circolazione. Verrà creata una zona pedonalizzata subito fuori della stazione centrale. Deroghe sono previste soltanto per le auto che trasportano i diversamente abili, taxi e i veicoli per lo scarico e il carico merci, ma soltanto in orari prestabiliti.

I veicoli che attraversano piazza Garibaldi dovranno percorrere via Torino, dove sarà invertito il senso di marcia, per raggiungere il corso Meridionale, attraverso via Firenze anche qui senso di marcia invertito, la zona del Vasto, percorrendo via Bologna senso di marcia invertito nel tratto compreso tra via Firenze e via Venezia, corso Novara, percorrendo via Firenze, corso Garibaldi lato piazza Umberto, percorrendo via Firenze – corso Novara – via Casanova. Resta invariato, invece, l’accesso al corso Lucci.

I veicoli che provengono dall’autostrada per raggiungere piazza Garibaldi, arrivati all’intersezione via Ferraris corso Lucci, dovranno percorrere corso Lucci a sinistra in direzione via Vespucci, proseguendo su via Vespucci per poi svoltare a destra per corso Garibaldi, dove sarà abolita la preferenziale.

Per arrivare al parcheggio metropark delle ferrovie si dovrà percorrere l’attuale viabilità fino all’intersezione via Ferraris – corso Lucci per poi svoltare a destra su corso Lucci.

Rivoluzionata la viabilità anche per quanto riguarda i mezzi che arrivano da piazza Nazionale e piazza Poderico: in questo caso per entrare in piazza Garibaldi dovranno percorrere via Casanova – via Poerio e per entrare nel Vasto, auto e moto dovranno passare per corso Novara – via Venezia o via Palermo. Corso Novara non avrà accesso in direzione di piazza Garibaldi e del corso Meridionale.

Il vicesindaco Tommaso Sodano ha dichiarato che si è approdati al nuovo piano del traffico in conseguenza della constatazione che, con l’allargamento del cantiere, la situazione al corso Novara e al corso Lucci era diventata insostenibile anche relativamente alla concentrazione di smog che ha ormai superato i livelli di legge.

In piazza Garibaldi il Comune provvederà a sistemare alcune fioriere per rendere migliore il primo impatto con la città per chi esce dalla stazione centrale, peccato che chi arriva a Napoli ed ha necessità di raggiungere altri punti della città dovrà accontentarsi di annusare i bei fiori sistemati ad abbellire la piazza, perché il piano del traffico non sembra preveda un piano di mobilità alternativa.

Lascia un commento