Abbac Confesercenti. Turismo in Campania, una stagione tra luci e ombre

Ischia-2012-244

Napoli, 2 settembre – “Luci e ombre”, questo il giudizio di Abbac (Associazione bed & breakfast e affitta camere della Campania) Confesercenti sulla stagione estiva appena trascorsa.

Le strutture extralberghiere riportano un +5% e sono in linea con i dati nazionali. Ottima la performance di Capri, con prenotazioni in overbooking anche in giugno. Ischia conferma la sua capacità attrattiva, sorprendente l’affluenza verso Procida un luogo incantato rimasto spesso, e ingiustamente, lontano dai circuiti di massimo interesse. Napoli, con una riduzione dell’1,5% conferma la sua caratteristica di essere, sopratutto ad agosto, città di passaggio. Salerno resta in media con il 60%. Piccolo aumento di presenze in Irpinia, sono in flessione il Beneventano e l’Alto Casertano.

Il Cilento resta una meta ad alto gradimento, ma è vistoso il calo delle permanenze, la durata delle prenotazioni presso le strutture è di circa una settimana, massimo dieci giorni e le riservazióni mensili di un tempo sono, sempre più, un lontano ricordo.

Tra le realtà scelte dal flusso turistico spiccano quelle di lusso che hanno la meglio su quelle che si rivolgono ad una clientela che cerca tariffe low cost.

Secondo Agostino Ingenito, presidente di Abbac Confesercenti, la crisi economica generale è sicuramente il motivo di questa disparità dato che il target medio basso si è ampiamente ridotto, mentre sono aumentati gli ospiti che cercano strutture di alto livello. Sono proprio questi i segnali che devono diventare un campanello di allarme verso le istituzioni locali; per il presidente, infatti, si rende sempre più necessario un piano a cura della Regione “Per risolvere annose questioni, individuando una strategia operativa su qualità dei servizi di accoglienza, infrastrutture e competitività sul mercato internazionale”. Fondamentale, sottolinea Ingenito, “La programmazione per l’uso delle risorse europee finalizzata a garantire ai privati possibili ristrutturazioni e percorsi di qualificazione e che venga risolto il conflitto di competenza per infrastrutture e servizi”.

Dormire in b&b, case ed appartamenti per vacanze e agriturismi piace sempre più – afferma Agostino Ingenito – e non solo ad una clientela straniera. Ma resta anche il problema dell’abusivismo, l’improvvisazione con mancati controlli, un rapporto non sempre lineare tra qualità e prezzo, mentre aumenta il fenomeno delle false recensioni e delle truffe”.

Lascia un commento

3 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.