Forum delle Culture, a pochi giorni dall’inaugurazione ancora nulla di fatto

forum unniversale delle culture - logoNapoli, 6 settembre – A pochi giorni dall’inaugurazione del Forum delle Culture, prevista per fine settembre, Napoli vive una situazione di imbarazzo ai limiti del paradossale. L’evento culturale promosso dall’Unesco, che prima ancora ha portato lustro a città come Barcellona, Monterrey e Valparaiso, trova un triste epilogo nella città partenopea, con un’organizzazione che da 5 anni a questa parte sembra rimasta a zero e con ancora mille dubbi e perplessità su quello che accadrà. Ma un’idea ci viene data dalla pagina web ufficiale del Forum delle Culture, dove nella homepage campeggia la scritta: “sito in manutenzione”.

Le prime domande nacquero nel lontano gennaio di quest’anno quando, a meno pochi mesi dall’evento, iniziarono a sorgere i problemi come l’addio anticipato di Roberto Vecchioni che, con le sue dimissioni da presidente della fondazione del Forum, provocò una reazione a catena portando al congedo altri curatori, tra cui l’attore e cantante teatrale Peppe Barra.

Non dimentichiamo le vicende legate al sindaco Luigi De Magistris, parenti annessi, protagonisti della diatriba nata dall’ingaggio del fratello del primo cittadino, indispensabile per la rinascita del progetto del forum, tramontato anche quello a seguito delle diverse polemiche di favoritismo. Fino ad arrivare ai tagli al budget disposto per l’evento, che da ben 150 milioni di euro si ridussero a soli 16 milioni, fermo restando che neanche quelli si sa bene che fine abbiano fatto dato che, per ora, il programma della manifestazione è sconosciuto, perfino agli organizzatori, e che ormai siamo prossimi all’inizio, se mai un inizio ci sarà. Sembra, infatti, che l’unico modo per limitare realmente i danni sia decidere di annullare il Forum delle Culture che ormai sta prendendo una piega surreale assumendosi, chi di dovere, le responsabilità per questo enorme flop.

La sensazione, in effetti, è che un evento di tale portata non sia una priorità per Napoli, non può esserlo se a pochi giorni dal via, il Forum altro non è che una scatola chiusa, vuota. Eppure poteva e doveva essere un ottima occasione di rilancio, ma è come se la cultura, in tempo di crisi, non diventasse una cosa indispensabile, neanche provando a pensare che forse potrebbe essere l’unica occasione per un rilancio, ormai troppo insperato, per la città di Napoli.

Parla del Forum delle Culture anche il presidente della Regione Stefano Caldoro che, interpellato dall’ANSA ribadisce: “Non vi aspettate quanto accaduto nelle precedenti edizioni, gli investimenti sono passati da circa 200  a 15 milioni di euro. Si farà bene con quel che abbiamo“. Come se non fosse già abbastanza chiaro l’enorme fallimento che ormai ci apprestiamo a vivere.

Leggi anche:

Vecchioni lascia il Forum delle Culture

Sergio Marotta nuovo Presidente del Forum delle Culture 2013

Il “buco” si allarga: il Forum perde anche Peppe Barra

Il Forum delle Culture perde i pezzi e la nave va. Sì, alla deriva

Il Forum delle Culture partirà al 50% con una riduzione del budget

Cgil Napoli. Forum Universale delle Culture rischia di essere occasione persa per la città di Napoli

Il miraggio del Forum Universale delle Culture. Si cercano personalità per ridare smalto all’evento

Il Forum Universale delle Culture riparte, punto e a capo, dal logo

Lascia un commento

13 − cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.