Berlusconi, battaglia in Giunta, Schifani “così cade il governo”

Schifani-Brunetta-infophoto(AGI) – Roma, 9 set. – Battaglia tra Pd e Pdl nella Giunta per le elezioni e le immunità del Senato che deve decidere sulla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi dopo la condanna a quattro anni per frode fiscale. Dopo oltre sei ore di muro contro muro, la riunione è stata aggiornata a domani alle 20.

Ma se Pd e M5S spingono per andare al voto subito, il Pdl chiede tempo e il capogruppo al Senato, Renato Schifani, usa parole dure e parla di un vero e proprio “plotone di esecuzione”, anzi, “altro che plotone di esecuzione – tuona a Porta a Porta – il Pd ha preparato una camera a gas!”.

Schifani lancia quindi una sorta di ultimatum: “Dalla giunta provengono segnali di muro contro muro. Un inaccettabile atteggiamento da parte del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle che addirittura intendono votare entro domani contro le pregiudiziali approfondite e dettagliate formulate dal relatore”, sottolinea il capogruppo del Pdl, “se dovesse succedere questo, non credo che si potrebbe più parlare di maggioranza a sostegno del governo”

EPIFANI, INVITO PDL AD ATTO RESPONSABILITA’

“Invito il Pdl ad un atto di responsabilità e a non confondere vicende giudiziarie con i veri problemi del Paese”. L’appello alla responsabilità arriva dal segretario del Pd Guglielmo Epifani intervenuto alla festa del Partito al Carroponte. Epifani ha sottolineato che sarebbe un atto molto irresponsabile far cadere “questa esperienza di governo sulla base di quelle valutazioni. Chi lo fa si assume un onere molto pesante verso il paese che sta affrontando una fase difficile”.

Lascia un commento