Pillole di calcio. Napoli-Atalanta 2-0

pillole-calcio-napoliIl Napoli batte l’Atalanta 2 a 0. Le reti di Higuain e Callejon nella ripresa portano gli azzurri in testa alla classifica. Tra oggi e domani solo Fiorentina e Roma possono provare l’aggancio in vetta complice il pareggio nel derby d’Italia. Partita più faticosa del previsto sbloccata solo nel finale. Atalanta in partita, più o meno, fino a venti dalla fine.

FORMAZIONE. Inizia la Champions, si giocherà ogni tre giorni fino alla prossima sosta per le nazionali e comincia per il Napoli la stagione del turn over. Gli avvicendamenti portano in campo dal primo minuto Mesto, Cannavaro, Armero, Dzemaili, Pandev e Mertens.

ATALANTA. I nerazzurri di Bergamo costruiscono da anni la loro salvezza nelle gare casalinghe mantenendo un rendimento in trasferta molto inferiore al ruolino degli Atleti Azzurri d’Italia. E ne sono consapevoli tanto in campo quanto in panchina perché Colantuono viene al San Paolo con un 3-5-2 che, in realtà, prevede la difesa a cinque, tre centrocampisti e Bonaventura in avanti a sostegno di Denis. Un’impostazione quasi mazzarriana votata alla difesa strenua – abbastanza ordinata a dire il vero – e a qualche ripartenza.

TURN OVER. Ieri Benitez ha giocato più di una partita in novanta minuti. Almeno due, forse anche tre. Perché c’era da battere l’Atalanta, c’era da andare a prendersi il primo posto dopo il risultato di San Siro e c’era anche da vincere le polemiche del turn over. L’allenatore le ha vinte tutte e tre perché ha portato a casa i tre punti, perché il Napoli è in testa alla classifica e perché i sei cambi iniziali non hanno inficiato il risultato.

MAZZARRI – BENITEZ. In quel fatidico Chievo – Napoli che in molti ancora rinfacciano al livornese, Mazzarri aveva lasciato in panchina sette titolari, ieri Benitez ne ha fatti riposare sei con una scelta più o meno uguale. Una sola la differenza: Mazzarri perse e Benitez ha vinto.

PANCHINA. Quando Benitez ha capito che la partita si stava indirizzando verso un pericoloso 0 a 0, ha deciso di pescare due nuove carte. E ha pescato due jolly: Hamsik e Callejon. Perchè lo slovacco e lo spagnolo hanno fatto molto meglio dei vari Insigne e Pandev e hanno fatto saltare l’organizzazione difensiva dei nerazzurri.

BENITEZ. Ha vinto la partita prima della Champions, ha fatto riposare moltissimi titolari per mercoledì ed è anche primo in classifica. Chapeau.

Lascia un commento

tre × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.