Scisciano, avviata la procedura per la bonifica del “Cimitero delle gomme”

pneumaticiNapoli, 20 settembre – Presso il Complesso Monumentale San Nicola da Tolentino di Napoli è stata presentata la campagna contro l’abbandono dei pneumatici fuori uso nelle provincie di Napoli e Caserta ed in particolare la campagna di comunicazione volta a sensibilizzare gli utilizzatori di pneumatici ed i soggetti coinvolti nelle loro fasi di commercializzazione, sull’importanza della regolarità fiscale al momento dell’acquisto degli pneumatici come strumento per contrastare il fenomeno dell’abbandono illegale dei PFU.

Durante la mattinata, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando e del Prefetto Cafagna, sono state presentate le attività di informazione previste dal Protocollo di Intesa con il Ministero dell’Ambiente e le Autorità locali delle Province di Napoli e Caserta per un prelievo straordinario dei PFU nei territori della “Terra dei Fuochi”. Il Prefetto durante il suo intervento ha dichiarato: “Un intervento molto importante sta per partire su Scisciano, per la rimozione di pneumatici” alla presenza del Sindaco di Scisciano professor Edoardo Serpico e l’assessore all’Ambiente Giuseppe Paduano.

“L’annuncio del Prefetto Donato Cafagna sull’avvio delle procedure di bonifica del “cimitero delle gomme” – dichiara il sindaco Serpico – fornisce una storica risposta alle nostre istanze sulla necessità di fare pulizia sul sito inquinato di Via Cerqua Sant’Antonio. Grazie ad un grande lavoro sinergico e di intesa istituzionale – continua il sindaco – si sono create le condizioni per lo sgombero, che sarà effettuato dal consorzio Ecopneus. E’ un risultato straordinario, conclude il Sindaco Eduardo Serpico – raggiunto in così poco tempo, frutto di un lavoro incessante di tutta l’amministrazione comunale e delle istituzioni sovra comunali, ma soprattutto è una vittoria della comunità sciscianese nella sua interezza. Un intervento che si farà senza oneri per la comunità sciscianese e che giovedì prossimo prevede un sopralluogo tra amministrazione locale ed Ecopneus per concordare tempi e modalità di intervento”.

Ricordiamo che il sito fu segnalato nell’Aprile 2012 all’Ecopneus da allora assessore Edoardo Serpico, successivamente da un sinergico condotto dal Commissario antiroghi Donato Cafagna, il parlamentare nolano On Massimiliano Manfredi (Pd) con il Ministro dell’Ambiente On Andrea Orlando (Pd), e l’assessore all’Ambiente della Regione Campania On Giovanni Romano (Pdl) disponibile a finanziare le spese per fronteggiare le opere propedeutiche al prelievo dei pneumatici, ed il sindaco di Scisciano Eduardo Serpico, si sono create le condizioni per lo sgombero, che sarà effettuato dal consorzio Ecopneus.

Ricordiamo che il sito di recente è stato visitato dal vicepresidente della camera dei deputati Luigi Di Maio (M5S), il quale ha inoltrato una interrogazione parlamentare a risposta scritta al Ministro dell’Ambiente.

“A questo punto – dichiara l’assessore all’ambiente del Comune di Scisciano Giuseppe Paduano – attendiamo fiduciosi l’intervento dell’assessore all’Ambiente della Regione Campania, onorevole Giovanni Romano che già più volte mi ha manifestato la sua sensibilità e disponibilità alla tematica”.

Intanto è iniziata la pulizia dell’area “Cimitero delle gomme San Martino” con la rimozione di sterpaglie e decespugliamento, una zona rimasta nel degrado da più di dieci anni.

Ecopneus dunque ufficialmente intraprenderà le operazioni di prelievo e nella prima fase di bonifica avvierà al recupero 20.000 tonnellate di pneumatici fuori uso, per poter pulire e restituire interamente l’area dovranno essere raccolti cumuli di PFU e sacchi di gomma già trattata, il cosiddetto “ciabattato”, secondo le normative vigenti in termini di sicurezza.

Lascia un commento