Sarnella (Confimprese Turismo): “Considerare turismo come i libri e il pane e ridurre l’IVA al 4%”

spiaggia-vuotaIl turismo, inteso come volano per la ripresa economica del paese, deve essere messo sullo stesso piano dei libri o del pane, beni sui quali l’imposta sul valore aggiunto è al 4%”,  è la proposta che Giuseppe Sarnella, Presidente di Confimprese Turismo Italia, lancia in occasione della fine della stagione estiva. “Il comparto turistico deve essere considerato come un bene di prima necessità per il paese, per il suo sviluppo e la sua ripresa economica. Per questo è necessario che il Governo Letta faccia una scelta coraggiosa e riduca l’Iva sul turismo, oggi al 10%, portandola in tempi brevi al 4%.

“Studi universitari hanno infatti dimostrato che la riduzione dell’Iva al 4% produrerebbe, nell’arco di un anno, la creazione di circa 100 mila posti di lavoro”.

 “La nostra offerta turistica – prosegue la nota di Confimprese Turismo – deve tornare ad essere competitiva, un abbattimento dell’Iva ci porterebbe sullo stesso livello della Spagna e della Francia, nostri diretti concorrenti. Ci lasciamo alle spalle una stagione turistica poco brillante, abbiamo subito le scelte di compagnie aeree low cost e tour operator internazionali che hanno preferito puntare su località estere piuttosto che sulle nostre coste. Un caso su tutti: quello delle Baleari che hanno surclassato la Sicilia per quanto riguarda il traffico di voli economici in questa estate che si conclude oggi”.

 “L’impressione è che avremmo potuto anche avere una maggiore capacità attrattiva anche nei confronti di quelle decine di migliaia di turisti che hanno dovuto disdire le proprie vacanze in Mar Rosso a causa della crisi egiziana. Troppo pochi quelli che sono stati dirottati dai tour operator in Italia”.

“Tutti segnali che ci inducono a chiedere un repentino cambio di marcia da parte di chi oggi si trova alla guida del paese”, spiega Sarnella.

Lascia un commento

uno × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.