Rifiuti tossici, in corso gli scavi dei Vigili del fuoco a Qualiano, provincia di Napoli

Qualiano (Napoli), 24 settembre 2013 - Ruspe al lavoro a Qualiano (Napoli) dove, in località "Cavuncella" di masseria La Grotta i Carabinieri sono alla ricerca di rifiuti tossici interrati in una ex discarica. (ANSA/Uff. Stampa)Napoli, 24 settembre – Si scava ancora in Campania alla ricerca di rifiuti tossici inquinanti e pericolosi per la salute pubblica. Da questa mattina sono in corso gli accertamenti dei vigili del fuoco, coordinati dai carabinieri, a Qualiano in provincia di Napoli lungo la circumvallazione esterna non lontano da Giugliano e la zona di Ponte Riccio. Le ruspe in queste ore stanno scavando alla ricerca dei rifiuti nella zona di “Masseria La Grotta”, in località Cavuncella, a ridosso del luogo in cui dovrebbe essere costruito il nuovo e contestatissimo inceneritore.

Le operazioni dai carabinieri della Compagnia di Giugliano, diretti dal capitano Francesco Piroddi, sono iniziate verso mezzogiorno e hanno permesso di individuare in queste ore, diversi rifiuti speciali. L’area sequestrata corrisponde ad una vecchia discarica autorizzata, dismessa a fine degli anni settanta, la discarica “Campanile”. Ad assistere agli scavi si sono recati sul posto sia il titolare del sito, accompagnato dal suo legale, che il sindaco di Qualiano, Ludovico De Luca e il suo vice, Antonio Castaldo.

I carabinieri hanno chiesto a tutti di restare lontani dall’area vista la pericolosità dei rifiuti ritrovati e hanno inoltre chiuso l’accesso della strada che conduce alla discarica. Ad accrescere la preoccupazione per l’incolumità dei cittadini è la constatazione che il terreno dove sono in corso le indagini si trova alle spalle di una casa di risposo per anziani.

FOTO: tratta da ANSA.it

Lascia un commento

dieci − sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.