Wi-Fi libero nei locali con il decreto del fare

wifi_freeNapoli, 11 novembre – L’articolo 10 del Decreto del Fare ha definitivamente sancito la liberalizzazione della rete Wi-Fi nei locali pubblici senza l’identificazione dei clienti.

La connessione Wi-Fi (Wireless Fidelity) è una rete di telecomunicazioni che permette la connessione ad internet senza bisogno di cavi (wireless in inglese) a dispositivi elettronici o terminali di utenza.

Dopo più di due anni è riuscita la legiferazione in Parlamento che permette all’Italia di adeguarsi alla maggior parte dei Paesi europei e del mondo migliorando in questo modo la qualità dell’offerta turistica.

L’obbligo dell’identificazione era già caduto nel 2011 con la scadenza di alcuni termini del decreto Pisanu risalenti al 2005, ma con questo decreto decade anche l’obbligo di avvalersi di un tecnico installatore iscritto ad uno speciale albo per creare reti Wi-Fi di una certa grandezza.

Il testo del decreto all’articolo 10 recita: “L’offerta di accesso alla rete internet al pubblico tramite rete Wi-Fi non richiede l’identificazione personale degli utilizzatori. Quando l’offerta di accesso non costituisce l’attività commerciale prevalente del gestore del servizio, non trovano applicazione l’articolo 25 del Codice delle comunicazioni elettroniche di cui al decreto legislativo 1° gennaio 2003, n.259 e successive modificazioni, e l’articolo 7 del decreto legge 27 luglio 2005, n.144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n.155, e successive modificazioni”.

La liberazione implica che l’esercente non ha responsabilità alcuna dell’uso che l’utente può fare della connessione anche in caso di reati. In ogni caso è facoltà dell’esercente decidere di identificare gli utenti che utilizzano il servizio offerto ricordando di far sottoscrivere loro il consenso al trattamento dei dati personali secondo l’art. 13 del Codice in materia dei dati personali per non incorrere a sanzioni amministrative che vanno dai 6mila ai 36mila euro come indicato dall’art.136 del Codice.

Alcuni esperti ed operatori specializzati in Wi-Fi consigliano di tenere traccia di chi utilizza la rete sia per eventuali indagini di polizia sia per offrire ai clienti offerte personalizzate con coupon creando così un marketing innovativo del proprio esercizio commerciale.

Lascia un commento

13 − 7 =