Roma Film Festival 2013: l’incontro con il regista Wes Anderson

festival cinema romaRoma – L’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, iniziata lo scorso 8 novembre e che proseguirà fino al 17, ha visto sfilare sul red carpet posto fuori all’Auditorium Parco della Musica numerose stelle del cinema italiano ed internazionale. Tra le celebrità straniere che hanno richiamato maggiore pubblico sicuramente: Scarlett Johansson, Joaquin Phoenix e Rooney Mara (protagonisti del film in concorso Her di Spike Jonze); Jared Leto (tra i protagonisti del film Dallas buyer club di Jean-Marc Vallée). Tra le italiane Sabrina Ferilli, madrina del Festival, Elio Germano, Alessandra Mastronardi (entrambi nel cast del film L’ultima ruota del carro, di Giovanni Veronesi, presentato fuori concorso) e Filippo Timi (protagonista del film in concorso I corpi estranei di Mirko Locatelli).

Il pomeriggio del 13 novembre si è acceso per l’incontro, che ha attirato un pubblico numeroso, con Wes Anderson, Roman Coppola e Jason Schwartzmann intervenuti per presentare in anteprima mondiale il cortometraggio “Castello Cavalcanti” per  Prada.

Si tratta di un cortometraggio di appena 8 minuti, in cui, però, è possibile cogliere lo stile inimitabile di Anderson (geniale regista americano noto per alcuni capolavori del cinema moderno quali I Tenenbaum, Il treno per il Darjeeling e Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore) grazie anche alla partecipazione dell’interprete Jason Schwartzman, definito “attore feticcio” perché appare insieme ad altri in numerosi lavori del regista, e di Roman Coppola, qui nei panni di produttore.

Girato a Cinecittà e ambientato nell’italia degli anni 50, “Castello Cavalcanti” vuole essere un piccolo omaggio al nostro Paese e soprattutto al cinema italiano che ritorna in numerose citazioni, come i richiami a Federico Fellini, con Amarcord e La Dolce Vita, a De Sica e a Pasolini ma anche a Pietro Germi, con il tema musicale di Carlo Rustichelli per Signore & signori.

Dopo la proiezione del corto, accolto con entusiasmo da tutti i presenti, Anderson, Coppola e Schwartzmann hanno risposto con simpatia e disponibilità alle domande del conduttore dell’incontro, Mario Sesti, e del pubblico parlando dei loro progetti futuri, delle loro opinioni sul 3D e sull’animazione e lasciandosi andare anche ad apprezzamenti sul recente cinema italiano. In particolare Wes Anderson ha dichiarato: “L’ultimo film italiano che ho visto è stato “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino. E lo amo molto, così come adoro Toni Servillo”, suscitando subito un forte applauso tra i presenti.

Lascia un commento