Grande successo di pubblico a Città della Scienza: Futuro Remoto proseguirà fino a febbraio 2014

futuro_remoto_2013Napoli, 22 novembre – Le mostre di Futuro Remoto a Città della Scienza continueranno fino a febbraio 2014. La 27° edizione della rassegna, che ha come tema il Cervello ed ha sancito la riapertura degli spazi espositivi dopo l’incendio del marzo scorso, è stata un successo. L’affluenza del pubblico è stata straordinaria, il giorno di inizio, coincidente con la festa per la riapertura della struttura, lo scorso 7 novembre, sono state registrate 5mila presenze. Nei 10 giorni programmati, dal 7 al 17 novembre, i visitatori delle mostre sono stati circa 20mila.

Numerosi gli spettacoli e gli artisti di strada, laboratori scientifici che hanno accompagnato i visitatori verso la cerimonia d’inaugurazione nella Sala Netwon. Ospite principale della serata il portavoce dello Human Brain Project, Richard Walker, che ha raccontato al pubblico gli ambiziosi obiettivi del programma europeo per la ricerca sul cervello. Al termine dell’incontro l’inaugurazione dei nuovi spazi espositivi sul lato mare, che ospitano le mostre della 27° edizione di Futuro Remoto.

Dopo otto mesi, finalmente, i bambini hanno potuto riappropriarsi della struttura dove la scienza è a portata di Bit, la mascotte divulgativa che i piccoli hanno imparato a conoscere ed ad amare nel corso degli anni. Per loro è stata creata la mostra sui cuccioli di dinosauri proveniente dall’Australia.

L’alto numero di richieste da parte degli istituti scolastici ha determinato la decisione di prolungare la mostra fino a febbraio 2014, si potrà pertanto camminare ancora all’interno di un modello di cervello e vedere la sua attività sotto i diversi settori cognitivi e meccanici, andando alla scoperta del più affascinante organo del corpo umano.

Lascia un commento

9 − cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.