Azzurri corsari all’Olimpico, 2-4 alla Lazio. Doppietta di Higuain

higuain-gialloRoma, 2 dicembre – Una vittoria per rialzare la testa. Rispettato l’imperativo per la squadra di Rafa Benitez che batte la Lazione con  un sofferto 2-4 valevole per la 14^ giornata del campionato di Serie A.

Il Napoli vuole uscire dal pantano delle tre sconfitte consecutive e rilanciare la propria candidatura per lo scudetto o quanto meno per la zona Champions. Si arricchisce subito di colpi di scena la partita, con Callejon e Insigne, quest’ultimo nuovamente titolare, vere e proprie spine nel fianco fin dai primi minuti. Un destro da lontanissimo dello spagnolo è deviato in angolo da Marchetti. Rinviene quasi subito la Lazio che vuole dare un forte segnale ai tifosi ed attacca con Perea che con una bella sponda innesca Konko che di destro scarica un siluro di poco al lato alla sinistra di Reina.

Al minuto 24 il gol del Napoli: Higuain ruba palla e va in campo aperto difende palla sull’attacco di Ciani e batte Marchetti. L’1-0 non dura perché la Lazio con grande personalità reagisce e si butta all’attacco. Una mischia in area inganna Valon Behrami che batte erroneamente il proprio portiere.

Al 38′ minuto Higuain trova l’angolo giusto ed il tempo per l’inserimento e segna il gol del 2-1, ma il guardalinee ferma tutto per l’evidente fuorigioco di El Pipita.

Il secondo tempo riprende nel segno del Napoli che stavolta riesce a siglare il 2-1 : il cross di Higuain capita sulla testa di Maggio che fa da sponda a Pandev, il macedone difende il pallone di gira e calcia battendo Marchetti.

Ancora Pandev al 12′ minuto raccoglie un lancio sull’out di destra e calcia sotto le gambe di Marchetti. Il pallone danza sulla linea della porta e Insigne dall’altra parte non riesce ad arrivare.
Pochi minuti dopo Candreva libero a destra prova ad entrare in area ma viene chiuso all’ultimo minuto. Ancora Lazio con un insidiosissimo tiro dalla distanza di Radu che lambisce il palo alla sinistra di Reina. Napoli troppo spaventato e biancocelesti all’attacco che tentano di scardinare la difesa azzurra.

Al 27′ minuto in contropiede Pandev serve Higuain in profondità, l’argentino salta Cana e piazza un bolide a fil di palo che lascia sul posto Marchetti. Risultato in cassaforte per la squadra di Benitez.
Il Napoli rischia nel finale perché il fenomenale Keita riapre il match con una serpentina degna dei grandi fenomeni accorcia le distanze ed è 3-2. Il Napoli ancora non è contento e trova con Callejon il colpo del 4-2 che allunga le distanze e chiude definitivamente i giochi.

Riprende la corsa verso il primo posto degli azzurri, occupato dalla Juventus che ha battuto l’Udinese al 91′ minuto grazie al gol di Llorente, lo spagnolo si sta ritagliando un posto sempre più importante. Ora la Roma, che pareggia all’ultimo secondo 1-1 contro l’Atalanta, è a -3.

Lascia un commento