La notte dell’arte 2013, l’appuntamento è per sabato 14 dicembre

notte-darte-2013L’appuntamento è per sabato 14 dicembre con la Notte dell’arte 2013.

Dopo il successo dello scorso anno, la Municipalità 2 ha organizzato per la notte tra sabato 14 e domenica 15 dicembre un programma ricco di eventi e iniziative culturali che animeranno una vasta area del centro di Napoli che va dai Quartieri Spagnoli fino a piazza Mercato, passando per i Decumani. Dalle 18 alle 4 del mattino i visitatori potranno scegliere tra concerti, percorsi enogastronomici, visite guidate a musei e monumenti aperti fino a tarda ora  e  mercatini natalizi.

Per questa seconda edizione il tema scelto dalla municipalità guidata da Francesco Chirico è la cultura delle differenze (come sottolineato anche dallo slogan della manifestazione che recita “Nun rstà ‘o scur. Vivi l’incanto dell’arte e delle culture al centro storico”) per celebrare la mescolanza di culture che si trovano a convivere nel centro storico di Napoli.

Le comunità straniere residenti a Napoli saranno quindi le principali protagoniste dell’evento e saranno chiamate a preparare i piatti tipici delle proprie culture da offrire ai cittadini e ai turisti, mentre in una decina di punti della città saranno allestiti palchi che ospiteranno performance e sfilate.

Il programma, ricco di proposte interessanti e offerte per tutti i gusti, è suddiviso in sette sezioni differenti: percorsi d’arte, le chiese aperte, i musei – gallerie d’arte, cultura delle differenze – eventi in piazza, visite guidate recitate, fiere natalizie municipali e teatri e cinema.

Tra le numerose le iniziative socio-culturali segnaliamo l’esposizione da parte di dieci pittrici napoletane di un enorme quadro fatto a più mani che rappresenterà il tragico naufragio di Lampedusa del 3 ottobre che contò oltre 360 morti, mentre nella chiesa del Carmine i ragazzi del coro del Teatro San Carlo si esibiranno con canti di Natale.  Invece tra le chiese, i monumenti e i palazzi aperti fino a notte fonda ci saranno: chiesa di Sant’Anna dei Lombardi, basilica di San Giovanni Maggiore, basilica dello Spirito Santo, Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, Trinità dei Pellegrini, San Domenico Maggiore, Santa Chiara, santa Maria di Montesanto, San Pietro a Majella e tante altre, Complesso di San Domenico Maggiore, complesso museale dei Pellegrini, museo Nitsch, palazzo Zevallos di Stigliano, Palazzo Venezia.

La Notte dell’arte si presenta dunque come un’occasione per dare  nuovo risalto al tema dell’integrazione, fondendo musica, arte e cultura.

Clicca per visionare il programma completo della manifestazione.

Lascia un commento

venti − cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.