L’albero di Natale fa male alla salute

albero di NataleColoratissimo, luminoso, creativo, classico o originale, l’albero di Natale è una delle tradizioni natalizie più diffuse al mondo.  Anche quest’ultimo può però rappresentare un elemento di pericolo per la salute. Ad evidenziarlo è il risultato di una ricerca della Upstate Medical University, pubblicato recentemente sulla rivista “Annals of Allergy, Asthma and Immunology”.

Raffreddore, tosse, allergie, difficoltà respiratorie, stanchezza improvvisa, dolori al petto, starnuti e occhi che lacrimano potrebbero essere sintomi influenzali oppure essere causati proprio dall’albero di Natale. Il dottor Lawrence Kurlandsky e il suo team, partendo da alcuna statistiche, che rilevavano un notevole incremento delle malattie respiratorie durante il periodo natalizio, hanno esaminato 28 pezzi di abeti di Natale e scoperto che vi si annidano cinquantatré tipi diversi di muffe.

Le muffe sono funghi pluricellulari capaci di ricoprire alcune superfici, che si riproducono attraverso le spore (cellule che proliferano germinando). Le spore, se inalate, causano potenti allergie. In particolare, quelle di alcune muffe rilasciano tossine che creano infiammazioni e lesioni dei polmoni, specialmente nei bambini. Le conseguenze più gravi possono portare dunque all’insorgenza di patologie quali bronchiti e polmoniti.

A causare problemi non è soltanto l’albero vero, ma anche quello finto.  Nella maggior parte dei casi, infatti, questo viene riposto per più di un anno e poi utilizzato senza essere ripulito in modo opportuno. La polvere favorisce la proliferazione delle muffe, che avviene in misura maggiore in ambienti riscaldati come le abitazioni, dove le spore si moltiplicano in maniera esponenziale.

Per evitare che i fastidiosi sintomi di quella che può essere definita “Sindrome dell’albero di Natale” riescano a rovinare la magia delle feste e a far saltare i vostri programmi, bastano pochi e semplici accorgimenti.

Gli esperti consigliano innanzitutto di pulire accuratamente l’albero di Natale o addirittura di innaffiarlo, dopo averlo tirato fuori da garage, rispostigli o cantine. E nel caso in cui il danno sia già stato fatto, ovvero le decorazioni siano già state poste su un albero non completamente privo di polvere, è necessario non tenerlo in casa per oltre dodici giorni e utilizzare un purificatore dell’aria.

Lascia un commento