A volte ritornano. Mazzari torna al San Paolo e il Napoli di Benitez lo batte 4-2

Napoli CallejonNapoli, 15 dicembre – Partita spettacolare quella segnata dal ritorno a Napoli di Walter Mazzarri: l’Inter, dell’ex allenatore del Napoli, viene superata da Higuain e compagni con uno strepitoso 4-2.

L’attesa di vedere le reazioni del pubblico napoletano dopo il ritorno di colui che è stato uno degli artefici della risalita del Napoli verso i palcoscenici che merita, era tanta, ma il San Paolo, mai come questa volta è stato diviso. Il sovrapporsi di fischi e di applausi ha reso il ritorno di Mazzarri quasi surreale. Non c’è nulla da dire sul lavoro impeccabile che il mister toscano ha compiuto a Napoli, ma i fischi  rivolti a lui sono per il modo in cui ha lasciato Napoli e la sua gente, un modo che a molti non è andato giù.

Passa quasi in secondo piano la vittoria importantissima che il Napoli porta a casa. Tre punti che permettono ai Partenopei di allungare sui Nero-Azzurri, +7 adesso, e sulla Fiorentina, +5, e che permettono allo stesso tempo di accorciare almeno per una notte sulla Roma, che sarà domani impegnata a San Siro contro il Milan.

Dopo nove minuti il Napoli è già in vantaggio. E’ un capolavoro la rete di Higuain, il Pipita, infatti, impatta il pallone a volo, effettuando un tiro imparabile anche per un “portierone” come Handanovic. Gli Azzurri però soffrono e al 36′ arriva il pareggio di Cambiasso, dopo una buona azione portata avanti dall’Inter, l’argentino si trova davanti la porta e non sbaglia. Il Napoli, tuttavia, non si deprime, anzi reagisce magistralmente e dopo solo tre minuti, Mertens sigla il 2-1. Destro a giro imprendibile per il portiere dell’Inter che va ad infilarsi nell’angolino, ennesima ottima prova complessiva del belga. I partenopei continuano a spingere e al 42′ arriva il 3-1 di Blerim Dzemaili che sfrutta una respinta non perfetta di Handanovic su un tiro di Mertens e insacca il terzo gol del Napoli.

Napoli che però compie, cosi come accaduto la scorsa settimana contro l’Udinese, subisce il gol che riapre la partita nel recupero del primo tempo. Rafael, schierato al posto di Reina non ancora al meglio, non sicurissimo fa passare il pallone che Nagatomo in maniera molto semplice mette in porta.

Nel secondo tempo però, la squadra di Benitez non commette gli stessi errori commessi contro i Friulani e all’81’ chiude i conti, con il quarto gol firmato da Callejon. E nel finale c’è addirittura l’opportunità di andare sul 5-2, contro un Inter in dieci dopo l’espulsione di Alvarez, ma Pandev fallisce il rigore che avrebbe aumentato il distacco nel risultato.

Giornata positiva dunque per il Napoli che torna a vincere in campionato, lasciandosi alle spalle la clamorosa esclusione dalla Champions : la distanza dalla Juve capolista rimane invariata, dopo la vittoria dei Bianconeri contro il Sassuolo per 4-0; cosi come rimane invariato il vantaggio sulla Fiorentina.

Lascia un commento

venti − 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.