La provincia di Napoli al 150° posto per qualità della vita

qualita vitaNapoli – Lo studio sulla qualità della vita 2013 nelle 110 province italiane, realizzato dall‘Università “La Sapienza” di Roma, classifica il Settentrione tra i primi posti e il Meridione tra gli ultimi.

La frontiera del benessere squarcia a metà l’Italia, e pone ai suoi estremi il Nord e il Sud evidenziando Trento come città con il maggior tenore di vita, seguita da Bolzano e Bologna. Il quadro complessivo indica un miglioramento economico, anche se figurano solo province settentrionali. Nella parte bassa della classifica si trovano le province di Venezia e quelle del Sud e delle isole, con un tenore di vita giudicato insufficiente”.

Stabile la provincia di Napoli al centocinquesimo posto nelle classifiche che riguardano affari e lavoro, ambiente e tempo libero.

In forte difficoltà la regione della Calabria, dove tutte e cinque le province registrano un netto peggioramento rispetto all’anno scorso, anche se Catanzaro, fortunatamente, si mantiene lontana dal “gruppo di coda”.

Le province italiane in cui la qualità della vita è risultata buona, o accettabile, salgono a 59 su 110, rispetto alle 42 su 103 dell’anno scorso, si tratta del miglior dato degli ultimi cinque anni.

La maglia nera del disagio sociale va a Massa Carrara, che conferma i risultati negativi delle scorse indagini.

Lascia un commento