Disoccupazione giovanile: raggiunta quota record del 41,6%

disoccupazione10 gennaio – I recenti dati forniti dalla Istat parlano chiaro: negli ultimi mesi, il tasso della disoccupazione giovanile ha raggiunto la cifra record del 41,6%, al top delle serie storiche dal 1977.

Già nel mese di novembre 2012 gli occupati sono diminuiti del 12,7%, contro il 12,5% registrato ad ottobre, ed in quel periodo risultavano occupati 924 mila giovani con un’età compresa tra i 15 e i 24 anni, con un calo del 12,4 % su base annua.

Il livello di occupazione è oggi calata del 15,4%, quindi di ben 2,1 punti rispetto al tasso registrato a novembre 2012. In totale, i disoccupati della fascia d’età che va dai 15 ai 24 anni ammontano a 659 mila, e l’incidenza di questo dato su quello della popolazione in generale è pari all’ 11% con un aumento della disoccupazione dello 0,4 % su base annua.

L’analisi Istat rileva dunque che su dieci persone attive, ad essere disoccupato è un giovane. Come ricordato dallo stesso istituto, il tasso di disoccupazione giovanile è dato dalla quota dei giovani disoccupati sul totale degli attivi, sia occupati che disoccupati. Nel complesso, i giovani inattivi hanno raggiunto quota quattro milioni 424 mila, con un incremento del 1,9% pari a più di 81 mila rispetto a novembre 2012, determinando un tasso totale del 73,7%.

Più uomini che donne. Dai dati Istat si evince inoltre che, l’incremento della disoccupazione è più elevato per gli uomini (+17,2%) rispetto alle donne (+6,1%). Prendendo infatti in considerazione i dati relativi al mese di novembre 2012, si attesta che il tasso di occupazione maschile è diminuito in maniera più consistente rispetto a quello femminile, rispettivamente -0,3 punti su mese e -1,7 punti.

Il dato negativo è confermato anche dall’Inps, la quale rileva un consistente aumento del 32% per quanto riguarda le domande di disoccupazione: nel corso di 11 mesi, tra gennaio e novembre 2013, ne sarebbero state presentate infatti ben 1,9 milioni. Nel dettaglio, si rileva che sono state inviate 130.795 domande di ASpI, 45.844 di mini ASpI e 556 domande di disoccupazione (tra ordinaria e speciale edile).

FOTO: tratta da panorama.it

Lascia un commento

3 + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.