Incontro Renzi-Berlusconi. Renzi: “Profonda sintonia con Forza Italia”

conferenza stampa renziE’ terminato da pochi minuti il lungo faccia a faccia tra il segretario Pd, Matteo Renzi e il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi

Il tempo di organizzare una rapida conferenza stampa durante la quale Renzi ha così chiosato l’incontro che le tv berlusconiane, non hanno esitato ad etichettare come “storico”: “Profonda sintonia con Forza Italia”. Un commento ribadito dal segretario dei democratici che di certo non mancherà di far discutere la base che rappresenta.

E se si vuole l’incontro effettivamente ha qualcosa di unico, visto che è la prima volta che il leader del centrodestra varca la soglia del Nazareno, sede del Pd, in via Sant’Andrea delle Fratte.

Ma veniamo all’incontro. Programmato tra le polemiche della sinistra Pd: “Non può incontrare il pregiudicato Berlusconi nella sede del partito”. Confermato in televisione. Il segretario Pd ospite della trasmissione Invasioni Barbariche su La7 aveva annunciato che l’incontro con il pregiudicato ci sarebbe stato e proprio nella sede del Partito democratico. Iniziato con un lancio di uova all’indirizzo dell’auto del Cavaliere. Durato circa due ore e mezza. E terminato con la conferenza stampa di Renzi e con il canonico video messaggio di Berlusconi.

“C’è una profonda sintonia con Forza Italia verso un modello di legge elettorale che favorisca la governabilità, il bipolarismo ed elimini il potere di ricatto dei partiti più piccoli”- ha dichiarato Renzi in conferenza stampa. Ed ancora, una totale condivisione con Berlusconi: “Su questo tema – continua Renzi – abbiamo condiviso l’apertura ad altre forze politiche di scrivere questo testo di legge che per quanto ci riguarda. Se nelle prossime ore saranno verificati tutti i dettagli, presenteremo il tutto alla direzione del Pd affinchè voti lunedì alle 16″.

Sulle riforme Renzi ha dichiarato: “La seconda trasformazione è quella del Senato in una Camera autonoma, senza indennità per i senatori e senza elezione diretta dei senatori”.

E dal canto suo Silvio Berlusconi conferma la sintonia con il Pd di Renzi: “Sono lieto di prendere atto del cambiamento di rotta del Pd”.

In attesa della direzione Pd, i commenti dei leader dei partitini che la coppia Renzi-Berlusconi vuole far fuori, non hanno tardato ad arrivare. Uno su tutti: “Si scordino di fare la legge elettorale senza di noi. Non possono farla e non la faranno”, con queste parole l’ex delfino del Cavaliere ed ora leader di uno dei partitini a rischio sopravvivenza, il Nuovo centro destra, Angelino Alfano.

Lascia un commento

due + 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.