Grillo offende le Donne. Che vergogna!

boldrini_grillo-LaStampa.itGrillo su Facebook: “Cosa succederebbe se ti trovassi la Boldrini in macchina?

Le volgarità del nuovo corso della politica italiana, dettata dall’ormai ex comico Grillo, sempre più capopopolo trash, non finiscono mai. Ogni giorno un suo seguace, o lui in persona, sale agli onori della cronaca per un attacco verbale violento, volgare o offensivo rivolto alle alte cariche istituzionali del nostro paese.

Oggi però ci tocca registrare gli insulti rivolti dal capopopolo grillino all’indirizzo di una donna. Eh sì perchè lo squallido attacco mediatico rivolto nelle ultime ore al Presidente della Camera, Laura Boldrini, chiaramente di stampo sessista – e la valanga di insulti scatenata tra i suoi degni sostenitori ne sono la conferma -, sono innanzitutto rivolti ad una Donna, a tutte le Donne.

“Cosa succederebbe se ti trovassi la Boldrini in macchina?” – è la domanda provocatoria che Grillo posta sul suo profilo Facebook a commento di un fermo immagine di un filmato che ritrae il fantoccio della Boldrini portata in giro in macchina da un attivista del M5s.

Da ieri sera centinaia di commenti offensivi, molti dei quali a sfondo sessuale, sono stati postati a commento della provocazione dai repressi del web, seguaci del loro degno capo carismatico. Una vergogna che non può che suscitare sdegno in ciascuno di noi, non solo per l’attacco alle Istituzioni, ma soprattutto per le offese ad una donna che hanno istigato un comportamento di una violenza verbale inaudita.

In un Paese dichiaratamente maschilista, dove le donne per trovare spazio nella vita pubblica, devono essere garantite e tutelate da fasce di garanzia rose, in un mondo dove la violenza sessuale, i maltrattamenti e i soprusi anche e soprattutto in ambito familiare sono all’ordine del giorno, in una società dove il femminicidio è quotidianamente arricchito nelle sue tristi statistiche da episodi di violenza inaudita, quello dell’ex comico Grillo è un atto da condannare senza se e senza ma.

Ex Comico, perchè ora, Grillo, non fai più ridere nessuno!

Solidarietà a Laura Boldrini è stata espressa dal Presidente del Senato Piero Grasso: “Guardo con preoccupazione al clima di questi giorni che ha visto il Capo dello Stato e la presidente Boldrini vittime di insulti e accuse senza fondamento: il dissenso, il cui esercizio è regolato e garantito dalla nostra Costituzione, è un elemento fondamentale del processo democratico ma quando si trasforma in un irresponsabile attacco alle istituzioni e agli organi costituzionali si mettono in discussione i fondamenti della nostra democrazia”.

Certo lo staff dell’ex comico ha provveduto a cancellare e a prendere le distanze dai commenti offensivi, ma non basta, la vergogna per il nostro Paese che si sta consumando in queste ore, deve ricevere una risposta chiara e forte da ciascuno di noi.

E’ tempo di reagire, è tempo di non essere silenti nei confronti di una vergognosa provocazione fatta da chi vorrebbe addirittura guidare questo Paese. Chi vota questa gente, legittima questi comportamenti intollerabili.

Non stanchiamoci di indignarci, non lasciamo che questa minoranza di repressi opportunisti continui ad infangare tutto quello tocca.

2 thoughts on “Grillo offende le Donne. Che vergogna!

  1. Rivolti a tutte le donne? Ma dove???
    Dove si vede che sono sostenitori del movimento? Eravate nell’urna quando hanno votato?
    La domanda comporta un’offesa? L’offesa è macchina invece di auto?
    Il capo dello Stato vittima di offese ingiuste… proprio lui che ha firmato qualsiasi legge che gli è capitata per le mani, a cui sono sono state cancellate le intercettazioni con Mancino nella trattativa Stato-Mafia, che sapeva dei rifiuti sepolti in Campania. Un vero stinco di santo.

    1. Si rilegga le considerazioni. Si parla di seguaci, e quella di Grillo è una provocazione. Sa cosa significa provocazione? Che la valanga di insulti l’ha scatenata ad arte da bravo capopopolo, come espressamente indicato nell’editoriale! Spegnere cotanto atteggiamento meschino, lo si può fare, democraticamente, solo non votando più per chi insulta le Istituzioni. Sì, è questa la nostra visione del Mondo.

Lascia un commento