Il Napoli brilla sotto gli occhi di Maradona

Maradona al San Paolo dopo nove anni, e il Napoli supera nettamente la Roma per 3 a 0 conquistando la finale di coppa Italia 

Soccer: Italy's Cup; Napoli-Roma

Ci sono delle serate che di diritto entrano nelle menti dei tifosi e non vengono più dimenticate. E quella di ieri è sicuramente una di queste. Se poi oltre alla serata magica e alla partita perfetta, si aggiunge anche un evento importantissimo, come il ritorno di Maradona dopo nove anni al San Paolo, allora si che si può parlare di giornata da ricordare.

Passa quasi in secondo piano infatti, la vittoria che il Napoli conquista sulla Roma, imponendosi sui giallo-rossi per 3 a 0, e raggiungendo cosi la Fiorentina in finale. Tutti i riflettori sono puntati sulla tribuna. Lì per un tempo c’è un posto vuoto di fianco al presidente De Laurentiis. Sempre lì, in quel posto, per i secondi 45 minuti invece, è seduto il più forte giocatore di pallone di tutti i tempi: Diego Armando Maradona.

E come esulta il Pibe de oro quando arriva. Perchè pochi secondi dopo il suo arrivo, Higuain segna il gol del 2 a 0, e Maradona, come il più scatenato dei tifosi, gioisce alla rete che mette in ginocchio la Roma… Poi c’è un gesto, un gesto che fa impazzire tutti i tifosi partenopei attaccati alla televisione. L’argentino fa il segno tre con le dita, si perchè nel frattempo Jorginho ha fatto 3 a 0, mettendo definitivamente K.O. la Roma.

Oltre ai riflettori su Maradona, quelli puntati sul campo ci sono. E ci fanno vedere uno spettacolo non indifferente. Il Napoli gioca bene, si diverte, diverte e soprattutto vince e va in finale di coppa Italia: dopo il 3 a 2 dell’andata i partenopei erano costretti a vincere per passare il turno. La partita comincia subito a ritmi molto elevati, con Reina che è bravissimo su Destro. Poi i ragazzi di Benitez iniziano a creare. Al 33′ cross dalla destra di Maggio, che pesca Callejon  davanti a De Sanctis, e lo spagnolo non sbaglia. 1 a 0.

Nel secondo tempo il Napoli si scatena. Prima Higuain, e dopo tre minuti Jorginho, pescato dalla magia di Mertens, spezzano le gambe ai giallo-rossi, che dopo l’espulsione di Strootman, non hanno più la forza per reagire.

Tutti perfetti, sia gli 11 azzurri scesi in campo oggi, sia il San Paolo strapieno e sia Benitez, che oggi ha dato una lezione di calcio vera e propria. Poi ovviamente, se in attacco hai un fenomeno come Higuain tutto diventa più facile. Magie, passaggi, dribbling, tiri e occasioni create, per non parlare di tutto il lavoro sporco fatto dal Pipita. Che giocatore l’argentino ! Senza dubbio il migliore in campo.

FOTO: tratta da ANSA.it

Lascia un commento

quattro × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.