Napoli, tolto il “sassuolino” dalla scarpa, 2 a 0 con l’esodo partenopeo

In una Reggio Emilia tinta di azzurro il Napoli si prende la rivincita sul Sassuolo. 0 a 2 il risultato, e adesso il secondo posto è più vicino

InsigneSono oltre seimila i sostenitori azzurri giunti al Mapei Stadium, la casa del Sassuolo, che per una giornata sembrava essere divenuta la nuova dimora del Napoli. E dinanzi a tale spettacolo Higuain e compagni non hanno deluso le aspettative. Si sono tolti un sassolino, anzi, un “sassuolino”, dalla scarpa che dal girone di andata era fisso lì, nelle scarpette di tutti i partenopei. Il Napoli batte il Sassuolo per 2 a 0.

Dopo l’1 a 1 dell’andata, infatti, i partenopei non potevano permettersi un altro passo falso. E prima Dzemaili, e poi Insigne, con i rispettivi gol, permettono al Napoli di proseguire la propria corsa verso il secondo posto occupato dalla Roma. È la terza vittoria consecutiva, tra coppa e campionato, per i ragazzi di Benitez, che sembrano aver finalmente trovato i giusti equilibri.

Partita speciale quella giocata a Reggio Emilia, soprattutto perché, tra le fila del Sassuolo milita l’ormai ex capitano azzurro Paolo Cannavaro. Questi era molto emozionato negli spogliatoi prima della partita, dove salutando tutti gli ex compagni, ha lasciato trasparire emozioni di una persona, più che un calciatore, che ha dovuto lasciare la propria terra e la propria squadra, non con tutta la voglia del caso.

La partita invece, ha fatto vedere un Napoli, che, nonostante le importanti assenze, ha giocato un calcio brillante, senza correre particolari rischi: dopo un paio di buoni interventi di Pegolo su Higuain è Dzemaili che sugli sviluppi di un calcio di punizione, battuto velocemente, realizza l’1 a 0 che sblocca il Napoli.

Nel secondo tempo, è uno dei migliori in campo, Insigne, che con la specialità della casa fa 2 a 0. Behrami, forse con un fallo, recupera palla a centrocampo e lancia Hamsik, che a sua volta innesca Insigne che con un destro a giro supera Pegolo e realizza un gran gol. La partita scorre fino al fischio finale, senza che il Sassuolo impensierisca particolarmente il Napoli. Anzi, sia Mertens, sia lo stesso Dzemaili, che colpisce la traversa, hanno l’opportunità di allungare ancora.

Sono tre punti importanti questi, che permettono ai partenopei di allungare la striscia positiva, e di continuare a inseguire la Roma, per un secondo posto che significa qualificazione diretta alla Champions League. Cosi come sono importanti le prestazioni di due dei calciatori più criticati negli ultimi tempi: Insigne e Dzemaili, che con questi gol riconciliano definitivamente col pubblico di Napoli.

È infine da sottolineare il trattamento ricevuto da Cannavaro dai tifosi Napoletani: striscioni, applausi, cori e ringraziamenti erano d’obbligo per un calciatore che è da considerare come una delle poche bandiere rimaste nel calcio moderno.

Lascia un commento

13 − sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.