Sesta giornata di ritorno: il Napoli vola. Battuta l’Inter per 1-0 al San Paolo.

Il Napoli, proveniente dalla splendida vittoria in Champions, doveva confermare il momento favorevole contro l’Inter, nel posticipo del San Paolo. Obiettivo del Napoli era quello di riavvicinarsi alla zona nobile della classifica, lottando per riacciuffare il terzo posto.

La tifoseria giunge nuovamente in massa a Fuorigrotta, per assistere ad una nuova prestazione stellare dei giocatori azzurri.

L’Inter di Ranieri, in caduta libera e già battuta due volte in questa stagione dagli uomini di Mazzarri, voleva il riscatto.

Il tecnico toscano del Napoli, vista l’assenza di Hamsik manda in campo una formazione leggermente più coperta con Dzemaili a fare la spola tra attacco e centrocampo. Le due punte di diamante sono Lavezzi e Cavani; a centrocampo Inler e Gargano, sulle fasce Maggio e Zuniga. La difesa è presidiata da Campagnaro, Cannavaro ed Aronica.

La risposta del tecnico nerazzurro si materializza in un 4-3-1-2 con Snijder in veste di fantasista a supporto delle due punte avanzate Milito e Forlan.

La partita inizia subito a ritmi piuttosto alti ed è il Napoli ad imporre il proprio gioco sin dalle prime battute. La mediana partenopea, ritrova un grande Inler in cabina di regia e Dzemaili offre un delle migliori prestazioni di stagione. Gargano, come sempre, è inesauribile e combatte con grinta su tutti i palloni. I partenopei macinano gioco, soprattutto con Maggio sulla corsia di destra, che manda in tilt Nagatomo. Cavani e Lavezzi in attacco rendono ostica la serata ai difensori interisti.

La prima frazione di gioco è tutta a favore del Napoli, che controlla elegantemente le fasi ed a tratti domina. Si nota una marcata difficoltà degli uomini di Ranieri. Le offensive del Napoli sono numerose: Cavani prima e Dzemail poi, con una grande conclusione dalla distanza, mettono in brutte ambasce il portiere Julio Cesar.

Ad ogni modo, le sortite d’attacco partenopee non hanno fortuna e la prima frazione di gioco si conclude con il risultato di 0-0.

Nella ripresa, l’Inter effettua il rientro in campo con la sostituzione in attacco di uno spento Forlan con l’ingresso di Pazzini. Si nota subito una notevole aggressività da parte della squadra milanese, che tenta a più riprese di impensierire la retroguardia di casa. Campagnaro, Cannavaro ed Aronica, autentici baluardi, concedono solo pochissime iniziative.

Dopo le tentate folate offensive degli interisti e le pronte risposte di rimessa da parte di Cavani e compagni, la patita si sblocca al minuto 59’, con un’azione da autentico manuale. Per vie centrali affonda Cavani, tocco per Dzemaili che illumina Ezequiel Lavezzi al limite dell’area di rigore: l’interno a giro del furetto argentino non lascia scampo al portiere brasiliano interista. La palla si insacca sul palo più lontano ed il Napoli è in vantaggio.

Reazione rabbiosa degli ospiti, ma disordinata e prevedibile. Il Napoli risponde con un controllo attento di tutte le zone del campo. La ripresa, tutto sommato, non viaggia a ritmi elevatissimi. Sulle manovre dell’Inter risponde il Napoli di rimessa e talvolta il raddoppio viene sfiorato, in particolare da Dzemaili che manda di poco al lato con una conclusione di testa.

Sul finire di gara, Mazzarri sostituisce Lavezzi con Britos, per ristabilire la consistenza difensiva dopo l’espulsione di Aronica per fallo da ultimo uomo. Il Napoli difende a denti stretti e l’inter tenta di sfruttare l superiorità numerica. Proprio agli sgoccioli, è Pazzini a sfiorare incredibilmente il gol del pareggio, concludendo al lato di testa con De Sanctis battuto.

A tempo quasi scaduto, entra in campo Dossena che rileva Dzemaili, autore di una grande prestazione.

Dopo tre minuti di recupero, palpitanti per i cinquantamila del San Paolo, l’arbitro Bergonzi decreta la fine delle ostilità.

Bella prestazione del Napoli, ch conquista altri tre punti fondamentali per la rincorsa Champions. Terza vittoria di fila in campionato e mentalità vincente ritrovata. Il Napoli esprime un gioco elegante ed ordinato, offensivo e micidiale sulle ripartenze. La classe dei campioni azzurri sta venendo sempre più fuori e Lavezzi si conferma ritrovato goleador, alla quarta rete in tre partite.

Ottimo score dei ragazzi di Mazzarri che stanno facendo cose davvero apprezzabili sia in campionato che in Europa. Adesso il terzo posto risulta essere più vicino ed il Napoli tenterà fino alla fine di guadagnare nuovamente un piazzamento Champions. L’aria di crisi, paventata non più tardi di tre settimane fa è stata spazzata via con un colpo di spugna da parte di un gruppo solido e determinato. Mazzarri ha ritrovato il suo Napoli.

2 thoughts on “Sesta giornata di ritorno: il Napoli vola. Battuta l’Inter per 1-0 al San Paolo.

    1. Che bella cosa sveglarsi il lunedì con la gioia per una vittoria azzurra. I Suoi commenti, caro lettore, sono sempre piacevoli e puntuali. Grazie infinite. Cari saluti.

    1. Che bella cosa sveglarsi il lunedì con la gioia per una vittoria azzurra. I Suoi commenti, caro lettore, sono sempre piacevoli e puntuali. Grazie infinite. Cari saluti.

Lascia un commento

cinque × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.