Domenica il Museo Cappella Sansevero aprirà le porte alle sensazioni

Percorso multisensoriale dedicato ai ragazzi, “I sensi in testa”

isensiintestaDomenica 23 febbraio il Museo Cappella Sansevero apre ai bambini e ragazzi dagli 8 ai 13 anni con il progetto “I sensi in testa”, l’inedito percorso multisensoriale ideato dall’Associazione Progetto Museo in collaborazione con l’Isfom (IstitutoFormazione Musicoterapica) di Napoli, che prevede la partecipazione di Cidis Onlus – Centro di Informazione, Documentazione e Iniziative per lo Sviluppo.

Il programma è composto da quattro doppi appuntamenti domenicali, i giorni sono il 23 febbraio, il 9 marzo, il 23 marzo ed il 6 aprile e i due appuntamenti sono alle 15 e alle 17.

Per un’ora e mezza circa lo straordinario ambiente della Cappella Sansevero si trasformerà in uno spazio laboratoriale per un’esperienza unica.Uno stimolante incontro per attivare i sensi in un viaggio di conoscenza tra arte e musica, alla scoperta del mondo “meraviglioso” del principe di Sansevero: un incontro speciale con il Cristo velato, la Pudicizia e il Disinganno.

I ragazzi saranno invitati a osservare ed esplorare la Cappella e a scegliere un gruppo scultoreo, un elemento, un particolare conservato nel tempio barocco. In un secondo momento gli stessi bambini seduti in cerchio, parleranno della storia della Cappella, della figura del principe e, soprattutto, dei profondi significati del complesso monumentale. Infine avrà luogo una performance musicale condotta da un esperto di musicoterapia che coinvolgerà attivamente i piccoli partecipanti, aiutandoli a liberare e tradurre le sensazioni personali suscitate dagli oggetti scelti nel primo momento: un omaggio sonoro dei piccoli ai loro silenziosi “amici”.

I bambini utilizzeranno lo strumentario Orff messo a disposizione per l’occasione dal Complesso di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco. Tali strumenti rappresentano efficace mezzo di comunicazione. Per le caratteristiche timbriche, espressive e creative, e le componenti ritmiche e melodiche in essi presenti, riescono a sollecitare le parti emotive di chi li adopera e a risvegliare il desiderio di entrare in contatto e rappresentare le emozioni.

È possibile partecipare alle visite prenotando presso AAA ( Accogliere Ad Arte)

tel. 081 211929 (lun-ven dalle 10.00 alle 14.00), info@accogliereadarte.it.

La prenotazione alle visite è obbligatoria. Il costo è di 10 euro a persona.

Lascia un commento

11 + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.