“Charter nautico” approdi e incremento servizi in favore del turismo

Incentivi economici alle società di charter nautico, Campania e Lazio puntano sull’economia del mare

Mergellina-Napoli“Charter nautico” è il progetto ideato dalle Camere di Commercio di Napoli, Caserta, Salerno e Latina, nell’ambito di “Regio Prima”, una formula sottoscritta dagli enti camerali, innovativa nel panorama nazionale e capace di offrire concrete opportunità di sostegno all’economia del mare, come precisato da Tommaso De Simone, presidente della Camera di Commercio di Caserta.

Il punto di forza dell’iniziativa sono gli incentivi economici in favore delle società (circa cinquecento tra Campania e Lazio) che prevedono approdi nei porti turistici delle due regioni, capaci di dare solidità al settore rivitalizzandolo, soprattutto nei periodi di bassa e media stagione.

L’accordo tra gli enti camerali, come indicato nel comunicato stampa di presentazione “Prevede anche il potenziamento dei servizi di accoglienza a terra e lo sviluppo di una rete interregionale dei porti turistici”. In programma un’azione promozionale a tutto campo anche attraverso le fiere di settore internazionali, come la BIT, da dove, durante l’ultima edizione, è stata lanciata l’iniziativa.

“Seguendo i dati dell’Osservatorio nautico nazionale – prosegue il comunicato – la spesa media quotidiana di ogni ospite delle imbarcazioni charter è di circa 102 euro. Ogni barca in porto rende al territorio circostante dai 500 ai 900 euro al giorno, a questi vanno sommati i costi dell’ormeggio, dei servizi e del carburante”. Ad oggi la domanda per il servizio charter verso le coste campane e laziali proviene da: Austria, Francia, Germania, Olanda e Repubblica Ceca, in crescita anche il mercato inglese e russo.

“La Camera di Commercio di Salerno – come indicato dal presidente Guido Arzano – nel 2013 ha erogato contributi per l’incentivazione dei flussi di turismo nautico in provincia, ottenendo ottimi risultati. I dati relativi alle crociere con barche da charter hanno fatto registrare una crescita del 600%”.

Anche secondo Vincenzo Zottola, presidente dell’ente camerale di Latina e del comitato filiera nautica di Unioncamere, “Il turismo nautico, e il charter in particolare, rappresentano uno dei settori dell’economia del mare con le più alte potenzialità di crescita. Questo vale per l’Italia, ma ancora di più per il Lazio e la Campania che esprimono già oggi una leadership imprenditoriale e territoriale nel Mediterraneo”.

Maurizio Maddaloni, presidente della Camera di Commercio di Napoli, ha spiegato che: “L’iniziativa prevede la possibilità di supportare economicamente le società di charter nautico attraverso contributi diretti agli operatori che organizzano questo tipo di vacanze”. Questa sorta di finanziamento, come sottolineato dal presidente, vuole apportare miglioramenti ai porti turistici e potenziare i servizi a terra alimentando l’indotto sul territorio.

Lascia un commento

quindici + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.