Sardegna, indagato il ministro Lupi “Concorso in abuso atti d’ufficio”

Alla base dell’inchiesta la nomina a commissario dell’ente portuale di Olbia dell’ex Senatore Pdl Fedele Saciu che sarebbe in possesso della sola licenza elementare

maurizio-lupi(AGI) – Olbia, 28 feb. – Il commissario dell’Autorità portuale del Nord Sardegna, Fedele Sanciu e il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, sono sotto inchiesta per concorso in abuso d’atti d’ufficio. La vicenda riguarda la nomina di Sanciu (ex senatore del Pdl) alla carica di commissario dell’ente portuale con sede a Olbia ed e’ stata sollevata da un esposto presentato alla magistratura nei primi giorni di febbraio dall’ex consigliere provinciale del Pd, Andrea Viola, avvocato di Golfo Aranci.

In base all’esposto, Fedele Sanciu, il cui titolo di studio è la licenza media inferiore, non sarebbe in possesso dei titoli richiesti dalla legge per ricoprire l’incarico.

L’inchiesta è condotta dal pm della procura di Tempio Pausania Riccardo Rossi. Il caso appare analogo a quello sollevato a Cagliari dal docente universitario Massimo Deiana che, attraverso una serie di ricorsi, aveva contestato al ministro Lupi la nomina del medico Pergiorgio Massidda alla guida dell’Autorità portuale cagliaritana, dapprima come presidente e poi come commissario.
Massidda, alla fine di gennaio, era stato costretto a lasciare all’incarico dopo una sentenza del Consiglio di Stato che aveva riscontrato la mancanza dei requisiti necessari a gestire l’Autorità portuale di Cagliari. (AGI) .

Lascia un commento