“La grande bellezza” riporta l’Oscar in Italia dopo 15 anni

E’ stato un trionfo. Un successo per il cinema italiano, per la cultura del nostro Paese, per la sua storia cinematografica, per i suoi grandi maestri, ovviamente per il regista Paolo Sorrentino e per Napoli e la Napoli calcistica, con il suo idolo più illustre: Diego Armando Maradona.

paolo-sorrentinoL’Italia ha sconfitto rivali del calibro del belga “Alabama Monroe” e il danese “Il sospetto” di Thomas Vintenberg. “La grande bellezza”, il film di Paolo Sorrentino ha vinto l’Oscar per il miglior film straniero. Era nell’aria, ma la gioia è esplosa ieri sera sul palco del Dolby Theatre, alla proclamazione ufficiale.

E subito le parole di ringraziamento di Sorrentino sono andate all’indirizzo di grandi maestri del cinema italiano, e sorpresa, al mai dimenticato “pibe de oro”. “Grazie alle mie fonti di ispirazione Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona, a Roma, a Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo”.

Dopo 15 anni il premio ritorna in Italia. Dopo Roberto Benigni con il suo “La vita è bella” nel 1999, Sorrentino ha ricevuto ieri il premio insieme a Toni Servillo ed al produttore Nicola Giuliano. “Spero che questo film e questa vittoria siano una porta aperta affinché il cinema italiano diventi più cinema per il mercato internazionale”, ha commentato emozionato il regista.

Ed ancora, spiega così i ringraziamenti a Fellini, Maradona, i Talking heads e Martin Scorsese: ”Sono quattro campioni nella loro arte che mi hanno insegnato tutti cosa vuol dire fare un grande spettacolo, che è la base di tutto lo spettacolo cinematografico. Sono molto emozionato e felice, non era scontato questo premio, i concorrenti erano temibili ora sono felice e sollevato”.

Oltre a Toni Servillo, il cast è composto da Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Isabella Ferrari, Pamela Villoresi, Carlo Buccirosso, Galatea Ranzi, Massimo Popolizio, Iaia Forte, Giorgio Pasotti, Roberto Herlitzka.

Lascia un commento

quindici − tre =