Antonello Perillo: “il Pocho sta sorprendendo anche me”.

Il giornalista della Rai Antonello Perillo è intervenuto nel corso di  “Filo diretto”, il programma sportivo di Rtn Tv condotto da Francesco Manno ogni martedi dalle 19 alle 20.30.

Ecco i momenti salienti dell’ intervista.

“Credo che Vinicio sia stato il migliore allenatore che il Napoli abbia mai avuto. Bianchi è stato un grande, ha vinto uno scudetto ma aveva anche una grandissima squadra. Vinicio fu il primo a portare la zona e la difesa alta, il suo era un gioco spettacolare, spumeggiante”.

“Mazzarri sta facendo cose egregie. Già ora è da considerarsi tra i migliori di sempre ma io spero possa diventare in futuro il numero 1 in assoluto. Il Napoli sta recuperando posizioni in classifica perché ha migliorato sensibilmente la qualità della propria rosa. I nuovi acquisti avevano bisogno di ambientarsi e credo anche che Mazzarri, in alcune occasioni, abbia sbagliato il turn over, peccando forse di inesperienza. Penso ad esempio alla gara di Verona contro il Chievo in cui rinunciò all’ intero tridente oppure all’ inserimento di Santana in mediana contro il Catania”.

“Sono sempre stato innamorato del Pocho. Ricordo che insieme a mio figlio Luca guardavamo le sue partite con il San Lorenzo ed esultammo quando vinse il campionato argentino. Fui molto deluso quando alla presentazione di Lavezzi ed Hamsik a Castelvolturno alcuni tifosi esposero striscioni di protesta contro le scelte di mercato operate dalla società. Un plauso va fatto a Pierpaolo Marino per aver comprato due campioni. Non mi aspettavo però un Lavezzi goleador. Credevo fosse un calciatore fantastico ma sicuramente non freddo sotto porta. Per le prossime partite non credo che Mazzarri possa schierare Pandev dall’ inizio. Con quei tre fenomeni li davanti il macedone avrà un ruolo marginale in questa squadra”.

Lascia un commento

due + 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.