Voti in cambio di favori, consigliere comunale di Napoli finisce agli arresti domiciliari

Arresti domiciliari per Gennaro Castiello, consigliere comunale di Napoli nelle fila del Pdl e Mario Maggio, consigliere della IV Municipalità

votoNapoli, 10 marzo – Quattro persone sono state arrestate a Napoli con l’accusa di voto di scambio durante le politiche del 2013.

I quattro indagati sono Gennaro Castiello, classe 1975, consigliere comunale di Napoli nelle fila del Pdl, Mario Maggio, 41enne, consigliere della IV Municipalità, insieme a Domenico De Santis, 62 anni e Ciro Manna, 41 anni. Nel corso delle indagini e delle intercettazioni, coordinate dalla Procura partenopea, i militari hanno accertato il coinvolgimento degli arrestati nell’attività di procacciamento voti a favore di un candidato Gennaro Castiello, appunto, non eletto, alla Camera dei deputati.

Ricordiamo che Castiello, che avrebbe messo a disposizione “denaro e altre utilità”, era candidato nella lista del Mir nel collegio Campania I (Camera dei deputati) alle elezioni politiche svoltesi il 24 e il 25 febbraio scorso.

L’operazione è scattata all’alba di oggi. L’indagine, scaturita da una denuncia, ha prodotto l’accusa di corruzione elettorale a carico dei quattro. Ad incastrare gli indagati vi sarebbero prove documentali acquisite durante le perquisizioni ed intercettazioni telefoniche ed ambientali disposte dal pm. I carabinieri di Napoli e Poggioreale hanno notificato ai quattro l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Napoli.

Lascia un commento