Europa league, il Napoli giovedì ad Oporto per l’andata degli ottavi di finale

Gli azzurri di Benitez ospiti all’Estadio do Dragao

UEFA-Europa-LeagueNapoli, 12 marzo – Domani alle ore 19:00 andrà in scena all’Estàdio do Dragao di Oporto l’andata degli ottavi di finale di Europa League tra Porto e Napoli. Dopo il 3-1 maturato nei minuti finali al San Paolo contro lo Swansea, il Napoli si giocherà l’accesso ai quarti di finale contro il Porto che, a sua volta, ha eliminato l’Eintracht Frankfurt  (2-2,3-3).

Settimana complicata per i portoghesi, che hanno visto esonerato il tecnico Fonseca in seguito allo scarso rendimento della squadra, campione in carica di Portogallo, ma che, al momento, in campionato è 9 punti dallo Sporting capolista. Domenica ha esordito in panchina Luis Castro, tecnico del Porto B, che ha dato subito la scossa giusta alla squadra, vincendo per 4-1 contro l’Arouca.

Il Napoli è reduce da una vittoria in campionato contro la Roma di Garcia. L’ ultimo precedente ufficiale risale ai sedicesimi di finale della Coppa Uefa 74/75 dove il Napoli di Vinicio si impose per  1 a 0,  sia in casa che fuori, sul Porto di Moreira. L’ estate scorsa il Porto vinse  3 a 1 sul Napoli. Ricordiamo che i due club la scorsa estate hanno trattato una possibile cessione di J. Martinez al Napoli, ma la trattativa non ha avuto buon esito.

Le formazioni saranno rese note dai due tecnici nella conferenza stampa della vigilia. Luis Castro, allenatore del Porto, ha rilasciato alcune dichiarazioni al portale portoghese O Jogo: La squadra ha tanta qualità, i ragazzi vogliono riportare in alto il club. Ora tutte le nostre energie devono essere concentrate sul Napoli. Non cambierò il 4-3-3, il modulo è quello migliore per le caratteristiche della squadra.

Il Porto deve fare a meno degli infortunati Kelvin ed Herrera. Il tecnico si affida al “Trivela Quaresma”, protagonista del 2014 con 7 reti in 13 presenze. Il Napoli si schiererà con il consueto 4-2-3-1 con Reina tra i pali; Fernandez,  Henrique, Reveillere e Ghoulam in difesa; Behrami e Dzemaili a centrocampo ed Insigne, Pandev  e Callejon alle spalle dell’unica punta Higuain. E’ intenzionato a far bene in questa competizione, stimolato dalla voglia di poter giocare la finale allo Juventus Stadium e, magari, proprio contro i rivali bianconeri.

Lascia un commento