Benevento: ragazza diciottenne sequestrata e violentata da amico tunisino

Il sospettato è ora in stato di fermo nel carcere di Benevento

donna-violenzaSaidi Mondeher, 19 anni, tunisino, è stato fermato ieri pomeriggio dagli agenti della squadra mobile di Benevento, con l’accusa di aver sequestrato e violentato una ragazza un anno più giovane di lui, conosciuta qualche anno fa.

I due avevano trascorso un periodo insieme nella stessa casa famiglia a Benevento, per questo la ragazza, avendo fiducia nel rapporto di amicizia precedentemente instauratosi, aveva accettato di buon grado l’invito a trascorrere una giornata a casa di lui, in provincia.

Giunta all’abitazione del ragazzo la domenica sera, la vittima è stata trattenuta con la forza fino alla mattina di lunedì, quando lui ha deciso di accompagnarla a prendere il treno alla stazione Cancello Arnone, dopo averla costretta a subire abusi sessuali e maltrattamenti fisici per impedirle di scappare o sottrarsi. Abusi poi confermati dai sanitari dell’ospedale civile “Martiri di Villa Marta” dove la ragazza è stata in seguito condotta dagli agenti del Commissariato di Sarno a cui aveva sporto denuncia.

Il giovane, dopo una laboriosa ricerca, è stato intercettato dalla squadra mobile di Benevento mentre si trovava sulla via Appia nel comune di Paolesi ieri sera, ed ora si trova in stato di fermo.

Lascia un commento

sedici − sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.