Azzurri fuori dall’Europa League, il pareggio non basta

Il Napoli pareggia contro il Porto in casa 2-2 e viene eliminato dall’Europa. La squadra di Rafa Benitez dopo aver giocato una bellissima partita viene eliminato dalla competizione in virtù dell’1-0 subito all’andata ad Oporto

UEFA-Europa-LeagueNapoli, 20 marzo – Inedito Henrique sulla fascia destra nella linea a quattro di difesa supportato da Albiol e Fernandez da centrali a sinistra l’ormai collaudato Ghoulam.

Comincia alla grande la squadra di Rafa Benitez che costringe i portoghesi nella propria area di rigore. Tanti gli sbagli della retroguardia ospite ed incredibile la prestazione di Goran Pandev che a metà del primo tempo libera una discesa incredibile ma sul successivo cross non arriva ad incrociare Mertens.

E’ un Napoli arrembante e lo si capisce subito dalla presenza in area avversaria del terzino Ghoulam che viene spintonato da un difensore e chiede a gran voce il rigore. Purtroppo l’arbitro non sente da quell’orecchio e non fischia. Passa pochissimo tempo però che Higuain imbecca in area Pandev che aggira la difesa e con un bel tocco batte l’estremo difensore del Porto.
Finisce così la prima parte di gara con l’1-0 per il Napoli che domina il campo.

La ripresa è sempre azzurra fin dai primi minuti con la banda di Benitez che spinge con il piede sull’acceleratore e dopo appena 5 minuti i padroni di ca Insigne pericolosissimo mette in mezzo un pallone invitante che Pandev spara in curva.
Al 57′ il porto sfiora il pari con Carlos Eduardo che di testa sfiora il palo alla sinistra di Reina. E’ però la prima vera occsasione per la squadra di Simeone che si salva al minuto 59 quando Higuain si divora un gol dopo una bellissima sterzata. L’argentino calcia addosso al portiere con il sinistro ma aveva praticamente tutta la porta vuota. Grande Napoli comunque che costruisce gioco e cerca con insistenza la vittoria.

Al 67′ minuto Mertens, tra i più positivi, sfiora l’incrocio con un gran tiro a giro che però batte sull’esterno della rete. Fuori Pandev dentro Hamsik per cercare l’ultimo passaggio e rinforzare il centrocampo ma al 69′ minuto il Porto sfrutta l’unica occasione del match e con Nabil Ghilas imbeccato da Jackson Martinez che serve l’algerino sul filo del fuorigioco e trafigge Reina. Il gol del pareggio nel momento migliore del Napoli sembra tagliare le gambe ai partenopei. Higuain troppo spento e sperduto chiuso da un immenso Danilo padrone della difesa.

Al 75 il Porto punisce i padroni di casa con Quaresma che dribbla in area di rigore partenopea e scaraventa un pallone imparabile sotto l’incrocio. Il gol del vantaggio per 1-2 sembra consegnare il passaggio del turno dei portoghesi. Non basta nemmeno l’ingresso di Callejon al porto di Mertens a dare la scossa agli azzurri che a questo punto avrebbero bisogno di 3 gol per passare il turno.
Inler coglie in area a 5 minuti dalla fine Insigne che si lascia ipnotizzare dal portiere e che gli sradica il pallone dai piedi in uscita. Dopo pochi secondi ci prova Callejon di testa ma para agevolmente il portiere.

Il Napoli non esce però sconfitto dal San Paolo perché Zapata impatta un cross di Callejon e mette dentro l’inutile gol del pareggio che però non serve al passaggio del turno.

La Juventus invece passa all’Artemio Franchi di Firenze battendo 0-1 i viola con una magica punizione di Andrea Pirlo.

Pagelle: Reina 6, Ghoulam 5.5 , Albiol 5, Fernandez 5, Henrique 5, Behrami 5.5, Inler 5,  Pandev 6.5, Mertens 6 (Callejon 6.5), Insigne 4.5, Higuain 5(Zapata6.5).

Lascia un commento