Continua la scia di morti carbonizzati

Dopo Caivano, Grumo Nevano, Casandrino, Afragola ora Boscoreale

morto carbonizzatoBoscoreale, 26 marzo – Ancora un cadavere carbonizzato, questa volta rinvenuto a Boscoreale intorno alle 14,00 in Via Boccapianola dai Carabinieri della compagnia di Torre Annunziata nel suo Volkswagen Tiguan ferma a pochi km della S.S.268 .

Il caso è in corso di accertamento ma, i segni parlano chiaro, sembra essere un’altra vittima del rito del fuoco. Caivano, Grumo Nevano, Casandrino, Afragola, continua la scia di morti ammazzati per mano della camorra in quello che era il territorio del clan dei Moccia. Ci si chiede quale sia il motivo scatenante di una faida così cruenta.

Una camorra che non cancella le tracce ma che uccide due volte, che fa morire e non concede identità, che cerca di riaffermare, con  un atroce disegno, la legge del più forte. Sul posto ancora rilievi dei carabinieri e dei vigili del fuoco intervenuti.

Lascia un commento