L’Area Marino PD di Napoli in piazza a sostegno della mobilitazione nazionale indetta dalla Fiom.

Ampliare e sostanziare libertà e diritti delle persone, ammodernare le condizioni del lavoro superandone le forme di precarietà, sono due degli assi portanti della Mozione Marino. Nella situazione attuale, questi due temi si incrociano perché l’accento cade con forza sui diritti e le libertà delle persone al lavoro e dei giovani in cerca di lavoro. L’Area Marino della provincia di Napoli è particolarmente concentrata su questi problemi che a Napoli e al Sud hanno dimensioni ed effetti drammatici.

La Fiom nazionale ha indetto lo sciopero nazionale di otto ore, con manifestazione nazionale a Roma, per riconquistare il contratto nazionale di categoria, ripristinare il diritto di presenza di tutti i sindacati nei luoghi di lavoro, il mantenimento del controllo di legalità sui licenziamenti (art 18) e l’accelerazione dei relativi processi, il rispetto delle sentenze dei giudici del lavoro, un piano per il lavoro che promuova investimenti pubblici e privati, il superamento del precariato, una riforma del mercato del lavoro e un’estensione degli ammortizzatori sociali adeguatamente finanziati.

L’Area Marino della provincia di Napoli aderisce alla mobilitazione indetta dalla Fiom sia perché riconosce nella piattaforma, alla base dell’iniziativa, temi e soluzioni utili ad affrontare le questioni del lavoro e dell’universo delle persone che, in vario modo, sono collegate al lavoro; sia perché propone argomenti utili ad alimentare una dialettica politico-sociale fra governo e settori portanti del mondo produttivo; sia perché restituisce protagonismo a lavoratori che stanno pagando duramente non solo il prezzo della crisi ma anche quello dei modi per uscirne.

Lascia un commento

quattro × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.