Arrestati due falsari a nord di Napoli

Rinvenuti 15mila euro tra banconote e monete, rigorosamente false

guardia-di-finanzaCasalnuovo, 31 marzo – Si conclude con due arresti l’opera investigativa delle Fiamme Gialle che andava avanti oramai da settimane. I due cinquantenni L.B., ed E.P. avevano allestito in un vecchio capannone dismesso una vera e propria zecca clandestina dotata di presse e strumenti di precisione e clichè di conio.

Banconote e monete venivano vendute dai falsari a metà del valore, un’attività pensata nei minimi particolari, auto in prestito con doppifondi per gli spostamenti del denaro, commercianti compiacenti ai quali venivano venduti i falsi sino ad un giro di videopoker che utilizzava le monete false.

Il caso coordinato dalla procura della Repubblica del tribunale di Nola, in un interforce che ha visto attive le compagnie di Torre Annunziata Casalnuovo e Nola, è ancora al vaglio degli inquirenti che determineranno se ci fossero ulteriori connessioni sul territorio per il riciclaggio del denaro contraffatto. Il denaro ritrovato posto sotto sequestro verrà presto portato al macero.

 

Lascia un commento

sei − cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.