Lino Romano, giustizia è fatta

Ucciso per un banale scambio di persona da uomini di camorra

Il giovane ucciso dalla camorra a Mariglianella per errore

aula tribunaleNapoli – E’ arrivata ieri la condanna per omicidio per i due assassini di Lino Romano il giovane di Mariglianella ucciso per errore la sera del 15 ottobre 2012, una raffica di 14 proiettili che lasciarono il giovane trentenne riverso al suolo.

Fu un errore. Il giustiziato doveva essere Domenico Gargiulo, successivamente arrestato in un bliz antidroga. Va ricordatoche l’omicidio avvenne nel corso dello scontro tra gli “scissionisti” del clan Di Lauro e il gruppo della “Vanella Grassi”.

Ieri la quinta Corte d’Assise ha così deciso: ergastolo per Giuseppe Montenera e Giovanni Vitale rispettivamente mandante e organizzatore dell’agguato, il killer Salvatore Baldassarre fu già condannato nei mesi scorsi anch’egli all’ergastolo.

Oltre le condanne sono stati riconosciuti risarcimenti per la famiglia per il Comune di Napoli e la Fondazione Polis. Questo il commento dei membri della Fondazione “Vogliamo semplicemente che sia fatta giustizia, consapevoli che il dolore dei familiari di Lino non si attenuerà mai”.

Lascia un commento

3 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.