Summit del clan Licciardi interrotto dai Carabinieri

Blizt dei Carabinieri nel quartiere Secondigliano

carabiniereNapoli, 5 aprile – Ancora arresti nelle fila dell’Alleanza di Secondigliano. Le compagnie dei Carabinieri Stella e Vomero del nucleo investigativo sono state impegnate nelle prime ore del mattino in uno stabile di Via Emila a sorprendere cinque soggetti vicini al clan Licciardi.

Paolo Abbatiello, 47enne sorvegliato speciale con obbligo di dimora e ritenuto elemento ai vertici  del clan; Raffaele Prota; Pietro Izzo oltre a un 50enne di viale della Resistenza e un 31enne di Melito di Napoli.

Un forte segnale da parte degli investigatori che sul territorio si stanno impegnando al massimo. Un duro colpo inflitto alle fila del clan, che opera nella parte periferica della città e che ha come base la Masseria Cardone. Uno dei clan che va a rinforzare quello che è il cartello camorristico dell’Alleanza di Secondigliano e che oggi si vede capeggiato in particolar modo da Maria Licciardi con i fratelli Pietro e Vincenzo.

Lascia un commento

uno × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.