L’Istituto per gli studi Filosofici riconosciuto “Bene comune”

Il comune di Napoli si ricorda dell’Istituto Marotta

libriNapoli, 10 aprile – L’istituto italiano per gli studi filosofici e la sua biblioteca vengono riconosciuti dal consiglio comunale “Bene comune”. L’illustre istituto dell’avvocato e filosofo Gerardo Marotta ha segnato la storia culturale campana da circa un quarantennio. Il ruolo esercitato a livello sociale è di enorme importanza e la biblioteca che con le sue  trecentomila opere rappresenta il punto cardine dell’attività. Ricordiamo che negli anni l’Istituto è stato un crocevia di illustri docenti provenienti da tutto il mondo, e grazie ad esso sono state fondate 200 scuole di formazione  e realizzati in questi anni quarantamila seminari.

Il fiore all’occhiello di Napoli, che il Consiglio Comunale capeggiato dal sindaco De Magistris riconosce come “Bene comune” ha giàda tempo ottenuto un riconosciuto dall’Unione Europea e dall’UNESCO per il ruolo svolto.

Nonostante l’etichetta assegnata dal comune di Napoli c’è però da chiedersi se le Istituzioni campane riusciranno a farsi carico del problema di dare al tempio della cultura partenopeo, una sede degna della sua storia. Ricordiamo infatti che già nel 2008 l’Istituto presentò un’esposto al Presidente della Regione con il quale si faceva presente la necessità di una sede appropriata per la Biblioteca che nel frattempo venne sfrattata per morosità.

Ancor più alla luce del riconoscimento pubblico del comune di Napoli è inaccettabile pensare di dover ancora conservare i volumi della sua ricca biblioteca in un deposito, un ex capannone industriale di Casoria. L’estenuante lentezza e l’infelice esito di questo inesorabile processo di oblio testimoniano la trascuratezza con cui si è operato sino ad oggi. Servono fondi, anche da parte di privati perchè si possa invertire un destino di declino, perchè l’istituto Italiano per gli studi filosofici, senza i soldi necessari al suo pieno funzionamento, rischia di dover cancellare per sempre la sua storia.

Lascia un commento

tredici + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.