Ventisettesima di serie A: Milan in fuga, ancora pari per la Juve. Cadono Lazio e Udinese.

Nel lungo week-end calcistico, Venerdì 9, Sabato 10 e Domenica 11 Marzo, abbiamo assistito ad una serie di incontri molto interessanti, i cui risultati hanno influito notevolmente sulla classifica della massima serie.

Prende il largo il Milan che si porta a +4 sulla Juventus, recupera punti importanti il Napoli di Walter Mazzarri in ottica Champions League. Nelle parti basse della graduatoria, punti d’oro per il Siena. Sorpresa Bologna che si piazza a ridosso della zona Europa League.

Rivisitiamo tutte le gare del ventisettesimo turno. Venerdì 9 si sono disputati due anticipi per permettere ad Inter e Napoli di recuperare in vista degli incontri di Champions League.

L’Inter di Ranieri, ritrova la vittoria sul campo del Chievo Verona e si impone per 2-0. La partita giocata dai nerazzurri è condizionata dall’errore dal dischetto di Milito nella prima frazione di gioco. La squadra di casa chiude tutti i varchi e per l’Inter risulta dura superare la difesa clivense. Nella ripresa, la squadra ospite gioca con più grinta e nel finale di gara gli sforzi vengono premiati: Samuel e Milito firmano le due reti della vittoria.

Nell’altro anticipo, giocato allo stadio “San Paolo”, il Napoli scalda i motori prima dell’impegno europeo contro il Chelsea e regola con una goleada il Cagliari del presidente Cellino. Bel gioco e serata fantastica. Risultato tennistico a favore degli azzurri, finisce 6-3. Le reti azzurre vengono realizzate da Hamsik, Cannavaro, autogol di Astori, Lavezzi, Gargano e Maggio; mitiga il passivo per la squadra ospite la tripletta di Larrivey che sfrutta un evidente calo di concentrazione della difesa partenopea.

Sabato 10, erano di scena Palermo e Roma allo stadio “Renzo Barbera”. La squadra di casa, con molti elementi in evidente calo di condizione, non entra mai in partita ed è la Roma di Luis Enrique a dettare il ritmo per quasi tutta la gara. La partita prende presto il binario che la Roma si aspettava e Borini su assist di Lamela deposita in rete dopo appena due giri di lancette. Il gioco della squadra capitolina è ordinato e sicuro, il Palermo offre poco e solo nel finale, con la forza della disperazione tenta di acciuffare il pareggio, ma la rete non arriva. Finisce 1-0 per i giallorossi.

Nella giornata di Domenica 11, il Milan supera agevolmente il Lecce che proveniva da cinque risultati utili consecutivi. I rossoneri impongono il proprio gioco e dominano la gara. Nel primo tempo sblocca il risultato Nocerino nei primi minuti di gioco e nella ripresa mette la sua firma sul risultato Ibrahimovic che raddoppia e chiude la gara sul 2-0.

L’Atalanta viene fermata in casa dal Parma sul risultato di 1-1 e perde posizioni in classifica. La rete del vantaggio orobico è realizzata da Manfredini dopo cinque minuti. La formazione di casa non riesce a trovare la via del raddoppio ed il Parma ne approfitta nella ripresa con Paletta che porta il risultato sul pareggio.

Passo falso della Fiorentina di Delio Rossi che sul campo del Catania viene sconfitto per 1-0. La rete degli etnei viene siglato da Lodi su calcio di rigore.

Buona vittoria del Siena che sfrutta la superiorità numerica sul terreno dell’ormai condannato Cesena. 0-2 il risultato finale. La gara si sblocca subito dopo l’espulsione di Ceccarelli e Brienza porta in vantaggio i toscani al 75’. Il raddoppio giunge nel finale con Bogdani, dopo che lo stesso giocatore aveva sbagliato un rigore.

Ancora un deludente pareggio per la formazione torinese della Juventus: allo stadio “Ferraris” di Marassi, il Genoa disputa una gara grintosa ed accorta in difesa. Gli attacchi della formazione bianconera non hanno esito ed il rammarico ospite a fine gara è evidente per i tre legni colpiti nella ripresa.

Nel posticipo dello stadio “Olimpico” di Roma, la squadra guidata da Reja esce sconfitta dal Bologna di Stefano Pioli. I romagnoli si impongono con il risultato di 3-1. Le reti rossoblu portano la firma di Portanova, Diamanti e Krhin; la rete laziale scaturisce da un disimpegno errato di Rubin, che goffamente insacca nella propria porta. La squadra biancoceleste termina la gara in nove uomini per le espulsioni di Matuzalem e Gonzales.

Nell’altro posticipo, va male anche all’Udinese che si lascia raggiungere dal Napoli al quarto posto. Sul campo del Novara, squadra di Guidolin rimedia un’altra sconfitta dopo quella di Europa League maturata in settimana. La formazione piemontese si porta in vantaggio al 16’ con Jeda e gestisce per la restante parte di gara con gioco attento ed ordinato, sotto le direttive del tecnico Tesser, ritornato sulla panchina al posto di Mondonico.

In settimana, Giovedì 8, si erano recuperate le ultime tre partite in sospeso: Bologna-Juventus 1-1; Cesena-Catania 0-0; Parma-Fiorentina 2-2.

Dopo le gare di oggi, tutte le formazioni di serie A si trovano con le stesse partite giocate e la classifica è la seguente: Milan 57 punti, Juventus 53; Lazio 48, Napoli e Udinese 46; Roma 41, Inter 40; Catania 38, Bologna 35; Palermo e Chievo Verona 34; Atalanta e Genoa 33; Siena e Fiorentina 32; Parma e Cagliari 31; Lecce 25, Novara 20 e chiude in ultima posizione il Cesena con 17 punti.

La classifica marcatori vede in testa Ibrahimovic (Milan) con 19 reti; segue Di Natale (Udinese) con 18; Cavani (Napoli) 16 marcature; segue Denis (Atalanta) con 15 centri; Palacio (Genoa) e Milito (Inter) 14 gol; Klose (Lazio) 13; Jovetic (Fiorentina) 12 marcature; Miccoli (Palermo) e Calaiò (Siena) 11 reti segnate.

Lascia un commento

11 + cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.