Internazionalizzare le aziende campane, l’obiettivo di Confazienda Napoli

Pasta, mozzarella, pomodorini, conserve e marmellate, olio, vino, caffè e biscotti. Ma anche moda, abiti da sposa e accessori: il meglio della Campania in tour.

mozzarella aziendaNapoli – Tutti pronti, dunque, a rappresentare fuori dai confini dell’Italia un immagine positiva di  Napoli e della Campania.

Le eccellenze campane incontrano il mercato estero grazie a quattro missioni messe a punto da Confazienda Napoli, con fondi erogati dalla camera di Commercio di Napoli. Russia, Messico, Qatar e India sono i paesi a cui guardano le aziende partenopee per implementare la loro internazionalizzazione e a cui punta Confazienda per lanciare i prodotti made in Naples. Mentre per i buyer indiani l’appuntamento è in Italia, negli altri casi sono le aziende campane a viaggiare e avranno la possibilità di presentare ad acquirenti internazionali i loro prodotti e i loro marchi e potranno prendere contatti per internazionalizzare le loro attività.

Nello specifico, sono 30 le aziende di cura della persona e alta moda che hanno risposto positivamente e manifestato il loro interesse, 70 quelle agroalimentari, con una forte presenza delle aziende vitivinicole, dei produttori di olio, di conserve e di pasta, che ha visto la presenza dell’intero Consorzio di Gragnano, 10 aziende specifiche del mondo sposi con aziende di abiti da sposa, da sposo e di accessori.

“Il valore totale dell’export della Campania ammonta a circa dieci miliardi di euro annui – ha ricordato Giuseppe Salvati, direttore delle missioni all’estero di Confazienda – Quasi la metà, è del tutto made in Naples. Dunque l’esportazione resta un settore trainante per l’economia regionale soprattutto nei settori aerospaziale, abbigliamento, alta moda e pellami ed in primis l’agro alimentare, portandosi così dietro l’economia dell’intera regione”.

Ogni incontro commerciale sarà caratterizzato singolarmente e così in Russia sfilerà la moda sposa e sposo, completa di accessori; in Qatar sono arrivati i migliori marchi del lusso partenopeo; in Messico e India, le eccellenze della filiera agroalimentare campana. Il segretario cittadino di Confazienda Napoli, Raffaele Mazzocca, ha spiegato che internazionalizzare “deve essere la parola d’ordine per le nostre imprese e per tutta l’Italia”. “Abbiamo avuto una grande risposta da parte delle imprese – ha concluso – puntare a nuovi mercati significa anche favorire l’occupazione”.

Lascia un commento

cinque × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.