21 opere di Caravaggio prendono vita al Museo Diocesano

“La conversione di un cavallo”, rappresentazione vivente di Caravaggio

Caravaggio-Giuditta_taglia_la_testa_a_OloferneNapoli – Presso il Museo Diocesano di Napoli, dal 23 febbraio al 22 giugno 2014, sarà possibile assistere a una riproduzione di  21 opere di Michelangelo Merisi da Caravaggio.

“La conversione di un cavallo”, questo il nome del progetto iniziato nel 2006, da un’idea della Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli. Sette attori riproporranno in sequenza e senza interruzioni 21 opere di Caravaggio. Un vero e proprio tableaux vivants (quadro vivente).

Tutte le rappresentazioni saranno illuminate da una sola luce, un solo taglio, proprio come il grande Maestro. Attraverso il gioco di luci ed ombre, riusciva a sottolineare il volume dei corpi e a farli distaccare dal buio dello sfondo. Per i suoi lavori Michelangelo Merisi posizionava, nel suo studio, delle lanterne che riuscissero a far trapelare, solo in parte, i corpi dei suoi soggetti, lasciando il resto nel buio dell’ambiente. La compagnia di Ludovica Rambelli, sotto gli occhi degli spettatori, comporrà 21 tele di Caravaggio realizzate con i  propri corpi, il sostegno di oggetti di uso comune e stoffe drappeggiate. Ad adornare la scena, ci saranno in sottofondo le  musiche di Mozart, Bach, Vivaldi, Sibelius.

“Caravaggio” è in scena una domenica  al mese al Museo Diocesano (Largo Donnaregina) di Napoli .Le date delle rappresentazioni sono: 23 febbraio 2014, 16 marzo 2014, 13 aprile 2014, 11 maggio 2014, 22 giugno 2014.

I prezzi del biglietto sono: 8 euro il biglietto cumulativo; 4 euro dai 7 ai 18 anni; fino ai 6 anni gratis.

Lascia un commento