Storie d’Argento protagoniste della Mostra di San Gennaro

San Gennaro protagonista della primavera-estate di Napoli

Storie_d_Argento_Tesoro_San_GennaroNapoli, 23 aprile – Sono le ‘Storie d’Argento’ le protagoniste del nuovo allestimento inedito proposto dal Museo del tesoro di San Gennaro di Napoli a partire da oggi al 20 luglio. Sette secoli di storia, un viaggio attraverso donazioni di papi, imperatori, re, uomini illustri e persone comuni, per ricostruire uno dei più importanti e ricchi tesori d’arte orafa al mondo, il leggendario Tesoro di San Gennaro.

In collaborazione con il Museo del Tesoro di San Gennaro, l’esposizione è curata da Paolo Jorio, direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro, e Ciro Paolillo, esperto gemmologo e docente presso l’Università La Sapienza di Roma.

Per la prima volta verrà presentato non solo il Tesoro del Santo, ma documenti originali, dipinti, sculture, disegni e arredi sacri che restituiscono la straordinaria storia di un culto, una città, un popolo.

 Una mostra di capolavori nascosti del Tesoro di San Gennaro che conferma la qualità e la quantità dell’immenso patrimonio dedicato e donato al Santo Patrono di Napoli e che trova spazio e luce proprio quando le opere più conosciute e famose dell’esposizione del museo napoletano stanno ottenendo uno straordinario successo di pubblico e di stampa a Parigi, dopo Roma, con l’esposizione Les Trésor de Naples, Les Joyaux de San Gennaro.

Ottanta capolavori donati dalla Deputazione e da uomini illustri, oltre che dal popolo, per arricchire l’arredo liturgico della Cappella del Tesoro di San Gennaro che andranno in mostra aggiungendosi a 6 opere già facenti parte del Museo, trovando lustro anche nelle storie raccontate da attori, professionisti e non, nel Maggio dedicato ai Monumenti. Il tema scelto quest’anno dal ministero dei Beni Culturali è il libro, vissuto con una serie d’iniziative sparse su tutto il territorio nazionale dove i musei, gli scavi archeologici e i monumenti diventeranno il teatro delle letture di libri.

Mastriani, Domenico Rea, Matilde Serao, Benedetto Croce ma anche i documenti dell’antico archivio storico della Deputazione s’intrecceranno con le storie delle vicende degli artisti napoletani che hanno realizzato i più importanti capolavori d’argento e rivivranno nella scenografia del Museo del Tesoro di San Gennaro parlando di sé e dei capolavori. Storie d’argento, quindi, non sarà solo un percorso scientifico curato da Paolo Jorio, direttore del Museo, dove scoprire i capolavori nascosti del tesoro di San Gennaro, ma anche il teatro di un modo differente e nuovo di esporre capolavori dell’arte orafa napoletana.

 

Lascia un commento

3 × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.