Premio Letterario NapoliTime: lunedì 28 incontro con gli scrittori all’Istituto Maria Ausiliatrice

Gli autori a confronto con gli studenti saranno: Ciro Colonna, con “La Falce e la luna”; Caterina Impagliazzo con “Alterego” e Vincenzo Lubrano con “L’impronta del pensiero”.

Premio LetterarioNapoliTime invita all’ultimo incontro, prima dell’evento conclusivo, del Premio Letterario NapoliTime. Gli autori ospiti del dibattito a confronto con gli studenti, che si svolgerà lunedì 28 aprile alle ore 15 presso l’Aula Magna dell’Istituto Maria Ausiliatrice al Vomero, saranno: Ciro Colonna, con “La Falce e la luna”; Caterina Impagliazzo con “Alterego” e Vincenzo Lubrano con “L’impronta del pensiero”. L’incontro sarà ospitato anche questa volta da uno degli Istituti scolastici concorrenti al Premio, a conferma dell’intento che ci siamo dati in fase di ideazione del progetto culturale: coinvolgere e rendere protagonisti in ogni fase di questo percorso, gli studenti partenopei.

Gli incontri svolti sino ad oggi ci hanno soddisfatti in pieno per contenuti ed emozioni trasmesse, un grande entusiasmo e una forte partecipazione sia degli studenti che degli autori, che hanno messo a nudo le proprie esperienze in una discussione sempre animata e a tratti divertente. Il vero punto di congiunzione tra due mondi allo specchio, quello dei lettori e degli autori, è stato l’amore per la lettura.

Ricordiamo ai nostri lettori che dopo l’incontro di presentazione del nostro progetto, tenutosi presso l’Istituto Nitti il 5 dicembre dello scorso anno, sino ad oggi si sono già svolti altri due dibattiti con gli autori partecipanti. Ospiti del primo incontro che si è svolto il 30 gennaio presso l’Istituto 53 Gigante – Neghelli di Napoli sono stati: Fabio Massa, con “Scivolare via come il Vento“; Carlo Giordano, con “22 C Il nuovo mistero dell’ispettore Molinari“; Giovanna di Troia, con “L’Italia e le Mafie“.

Al secondo incontro del Premio Letterario NapoliTime, tenutosi il 13 marzo presso il Liceo Arturo Labriola, hanno partecipato: Ilaria Nassa, con “Nuvole“; Salvatore Piedepalumbo, con “I sogni rubati“; Mario Ascione con “Nica e la radice del cedro“.

Il Premio Letterario NapoliTime, Prima Edizione – 2013/14, sta per giungere al termine e a fine maggio si svolgerà la finale di premiazione in cui sarà decretato il vincitore sia tra gli studenti che tra gli scrittori in gara. È stata questa per noi di NapoliTime una piacevole esperienza di comunicazione, un’occasione per rendere tangibile il confronto con i nostri lettori, instaurando rapporti concreti di conoscenza reale e che ci ha permesso di dimostrare effettivamente la nostra vera indole, che rispecchia la vitalità del nostro editore, l’Ecomuseo del Mare e della Pesca dei Campi Flegrei Onlus, che ha come obiettivo fondante quello di essere presente e attivo, tra gente reale, per la promozione delle eccellenze del territorio. Siamo un giornale online tutt’altro che virtuale.

“Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura” (Cit. Pier Paolo Pasolini, su Vie Nuove, 1965). Sono queste meravigliose parole ad ispirarci e convincerci a continuare il percorso intrapreso con questa prima edizione del Premio Letterario NapoliTime, perché questo è un evento culturale che va nutrito e fatto crescere per contribuire, nel nostro piccolo, a far sbocciare nuovi talenti tra i giovani studenti partenopei.

La Redazione sta già selezionando le opere di narrativa contemporanea da far concorrere alla prossima edizione. Gli scrittori e le Case Editrici che intendono concorrere al Premio Letterario NapoliTime Seconda Edizione–2014/15, possono contattare la redazione alla seguente email: premionapolitime@gmail.com. Si prega di lasciare un recapito telefonico.

Accedi alla bacheca online per conoscere tutte le fasi della Prima Edizione 2013/14.

Lascia un commento

18 + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.